Per i giovani che hanno un buon grado dipreparazionesembra aprirsiuna interessante stagione di concorsi non solo nelle strutture dello Stato ma anche nel settore della cultura.La Fondazione del Teatro dell'Opera ha indetto una selezione per l'ammissione all'Orchestra Giovanile del Teatro dell'Opera, diretta attualmente dal Maestro Aldo Ceccato, per i seguenti strumenti: Violino, Viola, Violoncello, Contrabbasso, Flauto, Oboe, Clarinetto, Fagotto, Corno, Tromba, Trombone, Arpa, Timpani, Percussioni.

Il modulo della domanda, da scaricare dal sito del Teatro e doveva indicato anche se ci si avvale di un proprio pianista accompagnatore, deve essere inviato via mail entro il 15 febbraio 2016. Naturalmente andranno aggiunti un curriculum, la ricevuta di una piccola quota di iscrizione e le partiture che si intendono eseguire.Le prove prevedono anchel'esecuzione di un passo tratto dal Barbiere di Siviglia, a scelta della commissione d'esame, esi svolgeranno nei giorni 19, 20 e 21 febbraio dalle ore 09.00 alle ore 17.00.

Per i selezionati la frequenza è obbligatoria e le lezioni avranno inizio a partire dal 1 marzo 2016.Alla conclusione del ciclo di formazione dei giovani musicisti prenderà poi il via

Figaro! Opera camion

E' questo il titolo del notevolee sorprendente progetto di utilizzare una parte dei componenti l'Orchestra Giovanile, a partire dal mese di luglio, per l'iniziativa "Figaro! Opera camion". Si tratta di una coproduzione con il Teatro Massimo di Palermo che prevede di portare l'opera di piazza in piazza utilizzando un camion.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Concerti E Music Festival

Questo si apre su un latoe una delle sponde diventa il proscenio mentre tutto il mezzo diventa luogo di spettacolo, anche lacabina di guida.

Per l'edizione di quest'anno è stata scelta una riduzione a cinque personaggi del Barbiere di Siviglia di Gioacchino Rossini e quindi con una durata ridotta. Così durante l'estate avremo modo di imbatterci in qualche piazza fuori dal Centro Storico nelle gustose e divertenti vicende di Figaro, di Rosina e del Conte d'Almaviva immersi nelle immagini di GianluigiToccafondo e nell'uso di tecnologie non usuali in ambito operistico.

Per i ragazzi probabilmente non ci sarà nemmeno bisogno di spendere il bonus cultura di Renzi ma sicuramente si tratta di qualcosa che incuriosisce e sorprende, proprio come sarebbe piaciuto al giocoso e genialeRossini, con tanti giovani musicisti in viaggio e, èil caso di dirlo,all'opera!

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto