Dopo la chiusura della XXVI Assemblea dei Soci a Paciano, l'Associazione Nazionale Infiorate Artistiche - infioritalia approda in terra russa, esattamente nella Siberia Centrale, a Irkutsk. Una delegazione composta da sette maestri infioratori, provenienti dalle città di Alatri, Cusano Mutri, Fabriano e San Gemini, nei giorni che vanno dal 20 al 27 ottobre sarà impegnata in una trasferta nella lontana e fredda Siberia. Per Infioritalia e per i suoi maestri infioratori si tratta di un traguardo importante, mai raggiunto finora. Per la prima volta, infatti, l'infiorata italiana approda in Russia dopo aver dimostrato le proprie competenze e la propria arte in giro per tutto il continente europeo.

L'invito per Infioritalia è giunto da parte della città termale di Uniejow, in Polonia, con la quale ormai l'associazione nazionale da più di due anni vanta rapporti di collaborazione. Numerose sono state, infatti, anche nel corso del 2016, come per il precedente anno, le iniziative che hanno visto protagonisti i maestri infioratori italiani tra castelli, centri termali e chiesine di campagna da Wielenin a Spycimierz.

Il tappeto floreale che si andrà a realizzare nella cattedrale cattolica di Irkutsk, cittadina a pochi chilometri dal lago Bajkal, al confine con la Mongolia, rappresenta Papa Karol Wojtyla dinanzi la cattedrale della città. L'omaggio a Papa Giovanni Paolo II ricorre nell'ambito della settimana di festeggiamenti in suo onore. Risale infatti al 22 ottobre 1978 l'inizio del suo pontificato durato più di 26 anni.

I migliori video del giorno

Oltre alla realizzazione del tappeto floreale, la delegazione italiana, insieme a quella polacca, parteciperà ad un forum d'affari e avrà modo di visitare alcune località della zona. La prima tappa è fissata per Wierszyna, piccolo villaggio siberiano sul fiume Ida, dove vive una colonia polacca. Il tour proseguirà poi alla volta di Listvjanka, un insediamento urbano della Russia, situato nell'Oblast' di Irkutsk presso la riva destra dell'Angara e lungo il lago Baikal.