Giulio Elia Sabatello, meglio noto come 'LowLow' è un rapper romano classe 1993, membro storico della Honiro label – la stessa etichetta di Briga, che in passato ha firmato grandi nomi del rap made in Italy come MadMan e Gemitaiz – negli ultimi anni ha riscosso grande successo soprattutto tra le fasce più giovani del pubblico. Il 6 novembre 2016, tramite un lungo comunicato pubblicato sui suoi canali social, LowLow ha annunciato ai fans l'imminente arrivo di un nuovo lavoro discografico che non sarà però firmato dalla label che lo ha accompagnato per i primi anni di carriera.

Diventare il miglior rapper italiano

'E se vi dicessi che a 13 anni ho sparato a un tipo?' Inizia così il comunicato del rapper classe '93, con una frase ad effetto subito smorzata da parole che sembrano voler sottolineare più di ogni altra cosa l'amore e la passione che l'artista romano ha nei confronti della musica: 'Non ci credereste, perché non è vero. La verità è che nella vita non ho fatto altro che il rap e a parte il Rap non c’è molto da raccontare' prosegue LowLow, prima di cimentarsi in un racconto per certi versi intimo e personale, legato alla sua infanzia e all'inquietudine che lo ha accompagnato in ogni fase della vita: 'Ho sempre avuto una profonda inquietudine, come un' ansia di dimostrare al mondo quanto valgo. [...] A13 anni, ho iniziato a fare freestyle (mi sembrava fico poter insultare la gente in rima) [...] da quel momento è iniziata la mia guerra.

A 13 anni ero già un ragazzino cicciottello ma sveglio che aveva capito cosa fare nella vita: diventare il miglior rapper italiano e uccidervi.'

L'espressione 'Uccidervi', riferita agli altri rapper, è ovviamente da intendere in senso metaforico, d'altronde l'egocentrismo e la voglia di rivalsa sono sempre state caratteristiche preponderanti nella poetica di questo rapper, un egocentrismo ed una voglia di rivalsa che però non hanno nulla a che vedere con il classico clichè del rapper nato e cresciuto in povertà, LowLow infatti non viene da una realtà disagiata e non ne ha mai fatto mistero.

Nuovo disco, nuova etichetta

'Oggi ho 23 anni e sono il primo rapper della storia a firmare con la Sugar ed è un onore per me essere nel roaster con artisti che hanno davvero fatto la storia della musica in Italia. Sono ambizioso. Finalmente fra poco uscirà il mio primo disco da solista, è la mia prova del 9… e vi stupirò tutti, ne sono convinto.' Con queste parole LowLow ha voluto concludere il lungo comunicato che è servito ad annunciare il suo passaggio alla Sugar, realtà che include tra i suoi artisti nomi a dir poco altisonanti come Elisa, Negramaro, Andrea Bocelli e Malika Ayane, ma fino ad oggi non si era ancora cimentata nel genere che più di ogni altro sta coinvolgendo le nuove generazioni: il rap.

Segui la nostra pagina Facebook!