Tra le nobili missioni dell’arte, c’è anche l’obiettivo di rendere migliore il contesto in cui viviamo. Sono molti i collettivi artistici che intervengono a livello urbano con questo scopo. Capita troppo spesso che lo spazio circostante sia lasciato al degrado, lento e inesorabile. Da questa consapevolezza, nasce nel 2007, ByBike Painting: un progetto curato nel dettaglio dal direttore artistico e architetto Marcello Arosio, fondadore dell’associazione artistica Areaodeon che, a Monza, opera su diversi fronti artistici e culturali.

Un progetto di grande bellezza

L’idea del progetto - spiega Arosio - era sviluppare un messaggio diretto di bellezza e sostenibilità.

“Abbiamo sfruttato l’azione artistica, siamo intervenuti a livello urbano su un muro che, da troppo tempo, era lasciato abbandonato al degrado”. Oggi la parete, visibile all’uscita della stazione di monza, è colorata e del tutto trasformata. Protagoniste insolite di questa curiosa installazione, sono delle vecchie biciclette coloratissime, appese in verticale.

Il processo dell’opera, continua l’architetto, è stato tanto complesso quanto curioso: “abbiamo scelto la stazione in quanto rappresenta una porta di accesso, è come un biglietto da visita della nostra bella città. Deve essere invitante ed esteticamente bello!”.

L'arte della strada

In questo caso, la street art, è stata un’espediente per sensibilizzare i cittadini, per questo la scelta delle biciclette. Sono stati molti i giovani coinvolti nel progetto, quasi 500, provenienti da alcune scuole elementari di Monza.

I migliori video del giorno

Parte dell’installazione è stata progettata in laboratorio. I ragazzi avevano la possibilità di interagire con il web e usare alcuni programmi di progettazione grafica, anche 3D. Si è trattata di una vera e propria performance, l’ultima fase della realizzazione dell’opera, è stata fatta durante l’action painting vero e proprio della parete che, da decadente e grigia che era, è diventata vivace e un po’ fiabesca.

L’associazione di Marcello Arosio, continua a ideare e sviluppare progetti nel campo delle arti. In questo periodo, lui insieme con il suo team, si stanno concentrando sulla scena nazionale ed internazionale dei Light-Festival. Il Kernel Festival – spiega Arosio – è un obiettivo a breve termine. Si tratta di un’esposizione d’installazioni, design e video-mapping dove la luce è protagonista. Una fiera tecnologica, interattiva e performante. “Sarebbe interessante se anche Monza, sviluppasse iniziative simili valorizzando, attraverso la luce, i propri meravigliosi spazi urbani”.

Le iniziative di Areaodeon sono sempre aperte nei confronti di giovani creativi, pronti a mettersi in gioco. Lo scopo è sempre lo stesso: diffondere Arte in Città. Per restare informati su news ed eventi, basta seguire Marcello e il suo team sui Social.