Era nato oggi, 28 Febbraio 1942, uno dei più grandi talenti che la musica abbia mai visto, Brian Jones. Fu lui a fondare la band che poi prese il nome di Rolling Stones, insieme a Keith Richards e Mick Jagger dove poi si aggiunsero Bill Wyman.

Capacità musicale

Brian Jones era capace da suonare qualsiasi strumento in poco tempo, strumenti che richiedevano mesi o anni lui li imparava in poche ore.

Pubblicità
Pubblicità

I seguenti strumenti imparati sono: Chitarra, armonica a bocca, pianoforte, tastiere, organo, clavicembalo, sitar, mellotron, autoharp, sassofono, dulcimer, clarinetto, flauto dolce, tamburo, tamburello, conga, marimba, kazoo, theremin, campane, whistling, mando-vox, fisarmonica, tromba, trombone ma ci possono essere molte altre. Le più belle canzoni degli Stones grazie alla sua musicalità sono diventate arte e bellezza: il Sitar in Paint in Black, il flauto in Ruby Tuesday,il dulcimer in Lady Jane e tante altri canzoni con vari strumenti suonati da lui.

Pubblicità

La vita difficile con gli Stones

Brian è sempre stato un leader ma cominciò a sentirsi la pressione addosso dal duo Jagger-Richards che cominciavano a prendere la supremazia della band scrivendo canzoni, mentre lui non sapeva come fare. In verità non ci sono molte prove che Brian avesse difficoltà a scrivere poesie, anzi alcune sue fidanzate raccontano di come Brian avesse scritto alcune canzoni dei Rolling Stones e di come molte non vennero accettate da Jagger e Richards.

Brian cominciò a fare uso di droghe ma nessuno dei suoi compagni provò ad aiutarlo, anzi Richards gli rubò la ragazza, Anita Pallemberg, mentre era in ospedale. Cominciò a presentarsi sempre meno in studio a suonare, e quando lo faceva si metteva in un angolino a piangere ininterrottamente. Un giorno si dice che provò ad accordare una chitarra senza riuscirci stando seduto per tutta la notte. Gli Stones cacciano Brian Jones dalla sua stessa band, dal suo sogno, dalla sua stessa creatura. Brian però era pronto a cambiare e formare una band insieme a Jimi Hendrix e probabilmente John Lennon, che stava per sciogliersi dai Beatles.

La morte

La notte tra il 2 e il 3 Luglio del 1969, Brian Jones venne ritrovato dalla sua ragazza nel fondo della piscina nella sua stessa villa. Il caso è stato archiviato dal coroner come morte per incidente. Ma aleggiano molti misteri attorno perchè nell'autopsia non è stata trovata nessuna traccia di droga. Con lui era presente Frank Thoorogod che era un operaio assunto da Jones per ristrutturare casa.

Pubblicità

Infatti al momento della morte Brian era da solo proprio con lui mentre Anna Wohlin, ragazza di Brian, era dentro casa. Si è anche ipotizzato che possano essere stati anche i membri dei Rolling Stones, sempre Jagger e Richards, che erano gelosi del suo talento.

Brian Jones il più grande polistrumentista al mondo muore a soli 27 anni, entrando di diritto nei club dei 27 insieme a Robert Johnson, Jimi Hendrix, Janis Joplin, Jim Morrison, Kurt Cobain e Amy Whinehouse.

Pubblicità

Purtroppo con una vita mangiata dalla fama, senza che nessuno aiutasse Brian.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto