Il terremoto

Paura tra gli italiani che si sono svegliati oggi con un tremendo terremoto che ha colpito il centro della penisola, ma è stato avvertito quasi in tutta italia.

Avvertita alle 7:40, secondo i dati si tratta di un sisma di 6,5 con la profondità di 10 km. Ha un'intensità tale da interessare una zona che si estenda dai 20 ai 25 Km, che addirittura si è sentita anche in Austria. l'Epicentro è stato tra le Marche e l'Umbria nei pressi di Norcia e Macerata. Le zone a rischio sono di nuovo Castel Sant'Angelo, Norcia, Ussica e Preti. La terra ha tremato anche alle 8:30 con i carabinieri e i vigili del fuoco che raccomandano alle persone di non tornare nelle proprio abitazioni.

Pubblicità
Pubblicità

Il Terremoto è stato sentito dalla Puglia fino al Trentino alto Adige

Aggiornamenti

Estratti da poco tempo tre persone dalle macerie a Tolentino dove ci sono stati alcuni crolli. Mentre altre due persone sono state messe in salvo ad Amatrice, con il crollo però della chiesa Sant'Agostino che era rimasta in piedi nel terremoto ad Agosto che ha ucciso centinaia di persone. La basilica di San Benedetto e la Cattedrale di Santa Maria argentea, a Norcia, sono crollate, sono rimaste in piedi soltanto alcune facciate.

Le scosse si sono sentite in modo abbastanza forte anche nella città di Roma, i lampadari hanno tremato e le porte e finestre hanno vibrato. Le persone sono uscite in strada in preda al panico. La Farnesina è stata evacuata. I vigili del fuoco ad Ascoli riferiscono che ci sono crepe nel reparto di Chirurgia nell'Ospedale di Ascoli Piceno e qualche danno anche nell'Ospedale di Fermo. Al momento non risultano morti ma ci sono due feriti gravi ad Amatrice.

Pubblicità

La potenza della scossa

La scossa di oggi è stata una delle più forti dell'ultimo secolo in Italia, quella con il magnitudo maggiore dopo quello di Irpinia del 1980 che ha causato circa 2.900 vittime. Questo terremoto ha addirittura superato quello, tragico, dell'Aquila nel 2009.

Leggi tutto