Manca poco all'inizio del Festival di Sanremo 2017 e c'è chi ha speso molto per accaparrarsi i biglietti. C'è chi paga tanto e chi niente per assistere all'evento canoro più famoso d'Italia. Ebbene sì, bisogna ammetterlo. E' proprio tale circostanza che ha portato molti a domandarsi se la kermesse canora ligure sia, effettivamente, equanime. Ci sono soggetti, infatti, che possono sedersi sulle poltroncine di velluto del Teatro Ariston senza pagare nulla. Non si tratta, ovviamente, di persone comuni ma di appartenenti alle forze dell'ordine, magistrati, politici e, addirittura, religiosi.

Teatro Ariston: un luogo di consonanza

Il Teatro Ariston si rivela, ogni anno, un luogo dove tutti vanno d'accordo.

Ci sono politici e giudici che, magari, il giorno prima, si erano attaccati in tribunale. E' innegabile che, annualmente, assistono al Festival di Sanremo anche giudici, poliziotti, carabinieri, finanzieri e molti politici. Tali soggetti, ovviamente, non pagano nulla. Per loro il biglietto è gratis. Un magistrato che ha voluto mantenere l'anonimato ha parlato di una vera 'franchigia medievale'. E' mistero sulla ripartizione dei biglietti gratis per assistere al Festival di Sanremo, una kermesse del privilegio che, chiaramente, fa irritare chi non può assistervi e chi deve sborsare molto denaro per osservare i cantanti dal vivo.

Le difficoltà del sindaco di Sanremo

Il sindaco di Sanremo, Alberto Biancheri, ha confessato che quello dell'assegnazione dei biglietti gratuiti per partecipare alla celebre kermesse canora è uno dei compiti più difficili.

I migliori video del giorno

Il primo cittadino ha dichiarato che la gente gli chiede continuamente tagliandi gratis. A chi destinare, ogni serata, i duecento biglietti gratuiti? Una scelta ardua. Biancheri ha dichiarato che i soli ad averli rifiutati sono stati i consiglieri comunali del M5S.

Biglietti a una coppia che sognava di assistere al Festival

Carabinieri, poliziotti, finanzieri, vigili del fuoco, giudici e politici sarebbero tra i fortunati che, ogni anno, assistono al Festival senza pagare neanche un centesimo. Il sindaco di Sanremo ha sottolineato che quest'anno ha deciso di consegnare due biglietti a una coppia che aveva scritto su Facebook di aver sempre sognato di assistere al Festival di Sanremo. E tutti gli altri?