3

Sta per essere realizzato il sogno di milioni di appassionati, il 'Lucas Museum of Narrative Art, omaggio al mondo della settima arte e non solo, sarà aperto proprio nella città di Los Angeles, centro economico, cinematografico e scientifico di rilevanza mondiale. La notizia era già nell'aria da mesi, ma solamente in questi giorni è arrivata la notizia della conferma del luogo in cui verrà costruito il museo (inizialmente si parlava di San Francisco e Chicago). Dipinti, fumetti e nuove tecnologie saranno trasportati proprio in queste settimane. Ad affermarlo è stato proprio il progettista cinematografico e artista Doug Chiang, che ha lavorato come designer alla co-produzione del film 'Rogue One: A Star Wars Story', diretto dal regista Gareth Edwards, prodotto dalla Lucasfilm e distribuito dalla Walt Disney Motion Pictures.

Ormai è storia

Incredibile ma vero, il concept artist Doug Chiang lavora come designer della saga dal 1995, quando sostituì Ralph McQuerrie, nel primo episodio della Trilogia del Prequel di Star Wars, riprendendo il ruolo anche nel secondo episodio della saga: Star Wars - L'attacco dei cicloni - (2002). Conseguentemente, come tutti sappiamo, il 30 Ottobre 2012 viene ufficializzata l'acquisizione della Lucasfilm da parte della Walt Disney Company per 4,05 miliardi di dollari, che rilanciò l'universo di Star Wars, rimettendo in gioco proprio il designer Doug Chiang per i film 'Il risveglio della forza' e 'Rogue One'.

Come lui, moltissimi artisti appassionati di Cinema hanno deciso di lavorare nell'industria cinematografica dopo aver visto la proiezione del del primo leggendario colossal Star Wars (Guerre Stellari), opera del regista, sceneggiatore e produttore cinematografico George Lucas, il quale a cavallo tra gli anni '70 e '80, realizzò la saga cinematografica futurista più famosa e amata di sempre.

I migliori video del giorno

L'Exposition Park della città hollywoodiana, costerà circa un miliardo di dollari, ma il biglietto sarà gratuito

Come informa l'archistar cinese Ma Yangson, il designer a cui è stato affidato l'importate progetto, ha annunciato con comunicati stampa che si tratterà di un museo no profit. Saranno presenti anche dipinti di famosi pittori come: Norman Rockwell, Edgar Degas, Andy Warhol, Renoir e altri artisti, oltre a fotogrammi di film classici, arte digitale, costumi e cimeli. Narratori e Storymakers di tutto il mondo verranno celebrati nel museo dal desing futuristico, nel quale lavoreranno almeno 350 persone.