Nella serata di ieri, 2 marzo, fabri fibra ha presentato il suo nuovo video intitolato "Fenomeno" al TG1, nel corso di un servizio curato da Vincenzo Mollica. Il pezzo, che darà anche il nome al prossimo attesissimo album del rapper marchigiano, è in rotazione radiofonica da oggi. La notizia è stata accolta con entusiasmo dai numerosi fan dell'autore di "Squallor", e dai principali canali di informazione che, abitualmente, seguono e raccontano sui social network le "gesta" e i nuovi progetti dei rapper italiani.

"Fenomeno"

"Fenomeno" è il titolo del nuovo singolo di Fabri Fibra, e "fare il fenomeno" è anche un modo di essere molto attuale.

"Fabri Fibra, che è un vero artista rap, lo racconta così...": con queste parole, il noto giornalista musicale Vincenzo Mollica ha voluto introdurre il servizio del TG1 dedicato all'ultimo lavoro di uno dei rapper più controversi d'Italia, nonché uno degli esponenti più rappresentativi di questo genere musicale molto seguito dalle nuove generazioni.

Durante la breve clip Fabri Fibra, che si è presentato con un'inedita capigliatura di colore viola, ha avuto l'opportunità di spiegare quali sono stati gli spunti che lo hanno ispirato nell'elaborazione del concetto alla base del brano; queste le sue parole: "Gli esempi che arrivano oggi sono proprio questi, è più importante essere un fenomeno che essere una persona con un basso profilo, bisogna sempre ostentare. Il fenomeno è sempre di più uno di noi, che sia un cuoco o che sia un tatuatore, basta accendere la televisione e trovi cose un po' assurde, che magari ti fanno venire da chiederti se ci sia effettivamente bisogno di tutto questo".

I migliori video del giorno

Il nuovo album di Fabri Fibra

Il prossimo album di Fabri Fibra uscirà il mese prossimo; al momento non sono stati svelati i produttori e le eventuali collaborazioni. Contrariamente a quanto fatto per "Squallor", che era stato pubblicato a sorpresa nella notte tra il 6 e il 7 aprile 2015, il rapper di Senigallia ha scelto di promuovere il nuovo lavoro in maniera canonica, sfruttando al meglio la combinazione tra social network e media tradizionali come radio e televisioni.