"Chasing Trane", il film documentario sula vita del leggendario sassofonista americano John Coltrane, uscirà il 14 aprile 2017. Si tratta di un lavoro che tutti gli appassionati di musica jazz aspettavano, nel quale sarà la voce profonda del grande Denzel Washington a narrare e a raccontare le vicende e la storia di quest'immenso musicista.

Nel documentario saranno intervistati molti artisti ancora in vita, che hanno avuto l'onore di poter conoscere e trascorrere del tempo insieme a John Coltrane, come il sassofonista Sonny Rollins, il trombettista Wynton Marsalis, e addirittura l'ex presidente degli Stati Uniti d'America, amante del jazz, Bill Clinton.

Il documentario sarà di grande importanza e renderà il giusto omaggio ad un artista che ha modificato il corso degli eventi riguardanti la musica jazz. John Coltrane, infatti, è stato uno dei principali innovatori nel panorama musicale degli anni '50 e, non a caso, diversi musicisti sono stati influenzati dal suo stile.

Il progetto ha visto la partecipazione attiva della famiglia del sassofonista, e anche di tutte le etichette discografiche che hanno prodotto e sponsorizzato l'artista statunitense. Oltre alla sua musica, che tutt'oggi è ancora ascoltata ed apprezzata in tutto il mondo, si conosce davvero poco riguardo la vita di Coltrane, del quale si diceva avesse un carattere schivo e timido. Per questo motivo non ha mai rilasciato alcuna intervista in televisione.

La sua vita è stata breve ed intensa, travagliata e manipolata dalla sua dipendenza dall'alcool e dalla droga.

I migliori video del giorno

Dipendenza dalla quale riuscì a venir fuori grazie all'aiuto del suo amico e sostenitore Miles Davis, che minacciò di licenziarlo se non avesse smesso di fare uso e abuso di quelle sostanze.

Tra le sue perle musicali, si ricorda la partecipazione nell'album più celebre della musica jazz, ovvero ''Kind of Blue'', oltre che i suoi capolavori ''A Love Supreme'' e ''Giant Steps''. Morì a soli 40 anni per un cancro al fegato nel 1967.

La distribuzione del documentario sarà curata da Abramarma, etichetta specializzata proprio nella pubblicazione di film musicali. Le prime proiezioni partiranno dal Nord America per poi essere esportate, in futuro, anche in terra europea.