Oggi 1 marzo alle ore 16.30 al Circolo Internazionale di Castellammare di Stabia – Largo Quatuccio nei pressi della Cassarmonica - lo scrittore partenopeo Maurizio De Giovanni parlerà di “Pane (Einaudi)” l’ultimo capitolo della saga de “I bastardi di Pizzofalcone” che ha generato anche la Fiction Rai che ha ottenuto grossi ascolti su Rai 2. L’iniziativa è dovuta all’associazione “Achille Basile – Le ali della letteratura” della presidentessa Carmen Matarazzo, su impulso di un’associata, Antonella Lipardi, la docente di lingua e letteratura latina al locale liceo “Plinio Seniore”. La serata sarà improntata alla scoperta dei due personaggi simbolo della bibliografia dello scrittore-bancario partenopeo: il commissario Ricciardi che nel Ventennio ha il potere di vedere l'ultimo atto di vita dell'ucciso e Lojacono l'ispettore palermitano che nel Commissariato di reietti di Pizzofalcone cerca la redenzione come poliziotto e come uomo.

La novità firmata De Giovanni

Pochi giorni fa è anche uscita la sua ultima fatica letteraria "La vita quotidiana dei bastardi di Pizzofalcone (Einaudi)" dove Maurizio De Giovanni dà voce ai personaggi che compongono una delle squadre investigative più empatiche d'Italia. Ognuno di loro si racconta, talvolta quasi si confessa. E parla dei propri colleghi e del fantomatico commissariato dove, contro ogni previsione, ha trovato riscatto, con il compendio di 134 foto del set. Uno degli attori della fortunata prima stagione della serie è nato a Castellammare di Stabia: stiamo parlando di Gianfelice Imparato attore fine che nel film Gomorra ed in teatro con Eduardo ha trovato spazio per la sua arte drammatica lentamente calorosa e profonda. Ne "I bastardi" interpreta il vicecommissario Giorgio Pisanelli uno dei resti onesti della prima squadra incriminata che ha una strana ossessione investigativa: ritiene che tutti quei suicidi di persone anziane che periodicamente accadono nel lor quartiere partenopeo siano dovuti ad un serial-killer giustiziere delle sofferenze dei vecchietti,