2

Sono aperte le selezioni per i cantanti italiani che desiderano esibirsi a Sanremo Giovani, prestigiosa manifestazione canora annessa al 68° Festival della Canzone Italiana. Gli artisti e le case discografiche interessate potranno inviare la domanda entro e non oltre il 6 ottobre 2017, seguendo le indicazioni contenute nell'apposito bando pubblico di selezione, disponibile integralmente al sito internet "sanremo.rai.it".

Il Festival di Sanremo, organizzato nella città ligure dal 1951, è l'evento canoro più importante in Italia [VIDEO] e non solo. Infatti è tra le kermesse che godono del maggior riscontro mediatico a livello internazionale, visto che la Rai lo trasmette in diretta in Eurovisione e in radio.

Dal palco del Teatro Ariston sono stati lanciati i maggiori successi della Musica leggera italiana. E dal 1984, accanto ai big, è stata introdotta la sezione Sanremo Giovani, durante la quale si esibiscono 8 artisti emergenti, prescelti attraverso un'attenta selezione.

L'obiettivo - si legge nel documento già pubblicato sul sito internet del Festival - è quello di individuare nuovi artisti con canzoni inedite da inserire tra le nuove proposte della kermesse.

I requisiti per partecipare alla selezione di Sanremo Giovani

Per partecipare alla selezione di Sanremo Giovani 2017 è necessario:

  • avere un'età compresa tra i 16 ed i 36 anni;

  • non aver mai partecipato a precedenti edizioni del Festival di Sanremo nella categoria Campioni o equivalenti;

  • non essere iscritti ad Area Sanremo 2017;

  • presentare una canzone nuova, in lingua italiana, e della durata massima di 3 minuti;

  • avere già editato e commercializzato due canzoni in lingua italiana.

Le domande di partecipazione e la relativa documentazione devono essere inviate all'organizzazione del Festival attraverso il sito internet "sanremo.rai.it", a partire da martedì 5 settembre 2017, fino alle ore 18 del 6 ottobre 2017.

Lo svolgimento delle audizioni e la scelta dei finalisti

La Commissione Musicale, dopo aver ascoltato e valutato tutti i brani pervenuti via mail, sceglierà 60 canzoni per le audizioni dal vivo.

I migliori video del giorno

Gli artisti saranno convocati via mail dalla Commissione, con l'indicazione dell'orario e del luogo in cui si terrà l'ulteriore selezione. Tra l'altro, l'elenco completo dei 60 prescelti sarà pubblicato sempre sul sito ufficiale della kermesse canora.

Ai 60 artisti prescelti dalla Commissione Musicale, si aggiungerà di diritto il vincitore del "Festival voci nuove volti nuovi Castrocaro Terme e Terra del Sole 2017", sempre che questi sia in possesso dei requisiti indicati per partecipare a Sanremo Giovani. Nel corso dell'audizione - che si terrà a spese dei partecipanti - i cantanti si esibiranno dal vivo, e tra loro verranno scelti i 6 interpreti che calcheranno l'Ariston durante la serata finale trasmessa su Rai Uno.

Numerosi i cantanti lanciati da Sanremo Giovani

Il sogno di cantare dinanzi al pubblico dell'Ariston viene accarezzato ogni anno da migliaia di giovani provenienti da tutta Italia.

Non sono pochi gli artisti italiani che debbono la loro fama a Sanremo Giovani: da Eros Ramazzotti (vincitore della prima edizione del 1984), a Michele Zarrillo (1987), passando per Mietta (1989), Marco Masini (1990), Laura Pausini (1993), Paola e Chiara (1997), Annalisa Minetti (1998), Alex Britti (1999), Anna Tatangelo (2002) e Arisa (2009).

Un contributo notevole alla musica made in Italy proveniente da tutte le regioni, anche dalla Sicilia. Tra gli artisti isolani troviamo per ben due volte, nel 2006 e nel 2009, Domenico Guzzardo: cantante, musicista e direttore di coro e di banda, originario di Caccamo. Il piccolo comune del palermitano meriterebbe - senza timore di smentita - il titolo di "Città della Musica" per il gran numero di musicisti, cantanti e compositori cui ha dato i natali negli ultimi due secoli. Basti pensare che oggi, a Caccamo, è presente uno dei complessi bandistici più antichi della Sicilia, fondato sul finire del XVIII secolo.

Guzzardo, che dirige quest'istituzione, coltiva fin dalla nascita l'interesse per la musica, seguendo le orme del padre Giuseppe. Negli anni ha affiancato all'attività di docente e di direttore di coro (ha conseguito ben quattro lauree presso il Conservatorio "Vincenzo Bellini" di Palermo) la passione per la musica leggera, cantando per le piazze siciliane da solista o in cover band, duettando anche con artisti affermati come Annalisa Minetti (a Caccamo nel 2011) e riscuotendo un discreto successo di pubblico e di critica.

Per ben due volte ha partecipato alle selezioni di Sanremo Giovani. Nel 2006 con un'etichetta discografica indipendente, ma il brano "La Verità" non arrivò alle finali; nel 2009 invece raggiunse le fasi finali con un pezzo presentato a SanremoLab (Accademia di Sanremo) e, solo per un soffio, non fu tra le sei nuove proposte. Ha fatto tesoro di questa emozionante esperienza vissuta accanto a Lorenzo Cherubini (Jovanotti), Zucchero, Arisa, Francesco Facchinetti e il maestro Fio Zanotti.