2

Dal 13 agosto al 10 settembre, presso Palazzo Zenobio, a Venezia, in occasione della 57^ edizione della celeberrima manifestazione d'arte, la "Biennale di Venezia", all'interno del padiglione "Armenia", verranno esposte diverse tele, tra le quali la bellissima "PANORMUS - CITTA' TUTTO PORTO" di Filippo Lo Iacono, artista tra i più rinomati, conosciuti ed apprezzati nel panorama artistico siciliano.

Dal mare alla laguna

Una scia d'acqua, barche, gondole e Arte che viaggia sulle onde cromatiche del blu e del verde, ma anche di altre mille sfumature che creano il bellissimo ventaglio artistico-culturale della Biennale di Venezia.

Un tripudio di colori, profumi, culture e varietà che si riuniscono in un unico, grande bouquet multisfacettato di arti e persone: artisti creatori di bellezza universale.

Le individualità fanno spazio alla totalità della bellezza primordiale e assoluta, data dalle opere esposte, dai film, dalla danza, dalla musica e che si mescolano all'interno di uno scenario internazionale. L'individuale fa spazio al collettivo per esaltare e rinnovare il principio fondamentale umanistico: l'uomo come creatore di una bellezza volta non al proprio soddisfacimento personale e all'esaltazione delle proprie virtù, bensì alla rielaborazione della propria esistenza e alla declinazione della stessa bellezza quale atto di coraggio e generosità verso la collettività.

Una rielaborazione, quindi, del senso puro dell'arte verso l'umanizzazione dell'essere umano in un momento storico in cui l'uomo, condizionato e concentrato più sull'aspetto mediatico di sé stesso che sul piano emozionale e relazionale, ha perso di vista il proprio valore in quanto "essere", concentrandosi su quello dello "apparire".

I migliori video del giorno

Adesso, l'uomo, si riappropria della sua anima che trasforma in colore attraverso l'arte e non diviene più "vittima degli eventi", ma "motore della propria vita" per sé stesso e per il prossimo.

La via del mare di Filippo Lo Iacono

Marco Polo attraversò la "Via della Seta", l'artista palermitano, Filippo Lo Iacono, attraverserà la sua, personale, "Via del mare" che vedrà la sua presenza, fisica e artistica, al padiglione "Armenia", inserito nell'itinerario artistico della Biennale di Venezia, ospite dell'artista internazionale Miro Persoja. L'evento verrà introdotto e commentato dal critico d'arte Giorgio Grasso e dalla curatrice Nadine Nicolai.

L'opera esposta sarà la bellissima "PANORMUS - Città tutto porto", un tripudio cromatico, stilistico e culturale che esalta la bellezza multisfaccettata delle bellezze architettoniche e naturali della città di Palermo. La brillantezza di colori vivaci che esaltano la lucentezza del movimento eterno ed inarrestabile del mare; le barche ormeggiate sul porto che raccontano la storia di una città che, attraverso il mare, diviene luogo di sostentamento, accoglienza e solidarietà tra popoli; infine, lui, Il Teatro della città, Il Massimo: gioiello inestimabile di matrice neoclassica che, con la sua maestosa eleganza, caratterizza e distingue la città di Palermo in tutto il mondo.