La morte del famoso dj avicii con molta probabilità è avvenuta per suicidio: a ritenere quasi certa questa ricostruzione sarebbe “Tmz”, la nota rivista online americana di gossip, musica e cronaca. Attraverso le sue autorevoli fonti il famoso produttore musicale avrebbe posto fine alla sua esistenza per dissanguamento, tagliandosi la gola con un pezzo di vetro.

Ecco come è morto il dj Avicii: molto probabile il suicidio

Ricordiamo che la morte del brillante dj ventottenne [VIDEO] risale allo scorso 20 aprile 2018, in Oman (Stati Uniti). Come si legge in un articolo pubblicato poche ore fa su Tmz, Avicii si sarebbe ucciso dopo tagliandosi con un pezzo di vetro di una bottiglia di vino.

La morte è sopraggiunta poco dopo per dissanguamento. Quella ferita, profondissima, ha causato all'artista statunitense un lungo e atroce dissanguamento fino alla sua morte.

Altri raccapriccianti dettagli sulla fine di Avicii sono stati descritti con precisione e contezza dalla rivista online americana. Secondo quanto descritto, il 28enne si sarebbe auto-inflitto un violento taglio al collo: lo squarcio sarebbe stato procurato con un pezzo di vetro, dopo aver rotto una bottiglia di vino. Altre fonti, invece, smentirebbero tassativamente questa versione, spiegando che il dj avrebbe usato il pezzo di vetro per lacerarsi violentemente le zone in prossimità dei polsi. Insomma, ancora non si sanno con certezza alcuni particolari ma una cosa è certa: Avicii si è suicidato.

Quella verità sulla morte di Avicii fu preannunciata giorni fa su Variety dalla famiglia del famoso dj

In effetti le voci del suicidio per Avicii [VIDEO] sono circolate quasi subito nel mondo dello spettacolo.

Quelle che sembravano in un primo momento solo delle indiscrezioni sono divenute ben presto certezze, soprattutto dopo le dichiarazioni che la stessa famiglia del dj ha rilasciato alla rivista Variety: "Tim ha lottato con i pensieri sul significato della vita, sulla felicità. Non poteva più andare avanti…". Quelle parole facevano pensare (in modo velato) ad una morte per suicidio, ma nel contempo non confermavano con certezza questa ipotesi.

Un ragazzo molto sensibile – continua la famiglia – che non amava la jet society e il mondo del business in generale, ma che amava tanto i suoi fan e che cercava in ogni modo di non stare davanti ai riflettori del mondo dello spettacolo. La morte del musicista ha creato molto scalpore tra i teenager, i quali non si aspettavano una morte così improvvisa oltre che atroce come quella raccontata in queste ore sui media e sui social americani.