Le notizie che circolano in rete riguardo ad un eventuale e prossima fine del mondo sono davvero tante. Basti pensare che proprio nelle scorse ore è diventata virale in rete una news che addirittura riuscirebbe a fissare la data dell'Apocalisse [VIDEO]. Ma l'opinione pubblica è stata sconvolta da un'altra notizia, ovvero quella che vede il Pentagono elaborare un piano per fronteggiare un eventuale attacco zombie. A questo punto sono molte le domande da porsi: siamo in pericolo? L'Apocalisse zombie è prossima? Come potrebbe essere scatenato l'attacco? Andiamo a vedere nel dettaglio la notizia e cerchiamo di rispondere a tutti i quesiti.

Apocalisse Zombie

Ultimamente, con il successo di The Walking Dead si parla molto di apocalisse zombie, ma non certo per i piani di attacco del Pentagono.

Eppure esiste un codice che spiega alle reclute dell'esercito statunitense come comportarsi in caso di attacco zombie. Il nome del manuale, che non è un falso e che contiene le direttive è CONOP 8888. Il piano Counter-Zombie Dominance, contenuto nel manuale, afferma che gli zombie sono molto pericolosi per la sicurezza nazionale e che il virus si diffonde in maniera piuttosto veloce, creando una situazione difficile da gestire per l'esercito. Il fenomeno zombie potrebbero essere scatenato a seguito di un virus arrivato dallo spazio, oppure come risultato del fallout nucleare di qualche bomba. Il piano mostra come comportarsi in questa situazione, organizzando attacchi militari localizzati. Ma perché scrivere tutto questo? Siamo davvero in pericolo?

Spiegazioni

Il commando militare statunitense ha spiegato che il Counter-Zombie Dominance non è un fake, né tantomeno uno scherzo, ma un manuale di esercitazioni che aiutano i cadetti a simulare situazioni di pericolo su larga scala.

Dalle informazioni militari si può anche affermare che le reclute sono state contente di questo scenario, che risultava per loro molto stimolante. Ma dalle notizie che rilascia la NASA sul cosmo si può evincere che c'è un pericolo decisamente più imminente da fronteggiare. Stiamo parlando dei NEOs (Near Earth Object), ovvero degli oggetti spaziali che transitano in prossimità della Terra [VIDEO]ad una distanza talmente ravvicinata che potrebbe rappresentare un pericolo per il nostro pianeta. Non ci resta adesso nient'altro se non aspettare nuove notizie dal mondo della scienza. A voi i commenti.