5 patologie nate con l'avvento dei social network

5 patologie nate con l'avvento dei social network
5 patologie nate con l'avvento dei social network

Abusare di qualcosa non è mai un bene ancora di più quando può farti sviluppare una patologia sociale.

Pubblicità

Facebook, Twitter, Instagram, Whatsapp, Pinterest, e la lista potrebbe continuare per molte altre righe, sono solo alcuni dei social network che hanno cambiato il nostro modo di comunicare negli ultimi anni. Se da un lato l'immediatezza comunicativa e globale può essere un bene, dall'altro abusandone possono insorgere alcune patologie sociali che prima non esistevano. Di seguito 5 patologie nate con l'avvento dei social network.

1

Phubbing [L'Arte di ignorarsi]

Il Phubbing, patologia nata da uno studio della rivista 'Computers in Human Behavior', è quella sindrome che porta ad ignorare le persone in carne ed ossa a favore dell'uso dei social network. Il tipico esempio è quando in una tavolata di amici nessuno dialoga con le altre persone e si sentono soltanto le notifiche dei messaggi che arrivano.

Pubblicità
Pubblicità
2

Egosurfing [Adesso mi trovo...]

Chiamata anche identità geolocalizzata, l'Egosurfing è quella pratica morbosa di dichiarare continuamente dove ci si trova. La patologia nasce dal momento in cui l'individuo deve necessariamente dichiarare che sta partecipando a quell'evento per, in qualche modo, dimostrare di esistere.

Pubblicità
Pubblicità
Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto
Pubblicità
Pubblicità