I nove mesi di Gravidanza vengono comunemente suddivisi in trimestri; lo si fa per comodità ma anche perché durante questo periodo, il corpo della futura mamma e i vari sintomi della gestazione cambiano pressoché ogni tre mesi. Se il primo trimestre è quello più delicato da affrontare, a causa del pericolo di interruzione di gravidanza e di una serie di fastidi quotidiani, prime fra tutte le nausee ; se il secondo è quello più sereno e spensierato perché, in linea di massima, le donne recuperano energia e tranquillità; il terzo trimestre è certamente quello più stressante e difficile.

Andiamo a vedere quali sono i problemi che la maggior parte delle donne deve affrontare durante gli ultime mesi insieme al pancione e cerchiamo di analizzare qualche rimedio per evitare che la futura mamma arrivi troppo stanca all'appuntamento più atteso, la nascita del suo piccolo o della sua piccola.

  • Mal di schiena in gravidanza - è il fastidio più comune, avvertito, con intensità variabile, da praticamente quasi il cento per cento delle donne incinta. Le cause sono principalmente due; il peso del pancione e del bimbo inizia ad essere considerevole (al settimo mese il feto pesa circa 1 Kg a cui va aggiunto il peso del liquido amniotico) ed ovviamente va a gravare sulla normale postura della mamma. Non è facile muoversi e riposare con l'ingombro della pancia e per questo dal settimo mese è consigliabile l'uso di una fascia o di una guaina di sostegno per la schiena. Altra causa di mal di schiena sono i mutamenti che il corpo mette in atto per prepararsi al parto, come la produzione e il rilascio della relaxina. Questo ormone ha il compito di rilassare i muscoli del bacino che devono prepararsi alla dilatazione. Il rilassamento provoca una minore resistenza della muscolatura alle sollecitazioni e dunque un dolore costante sotto la zona lombare.
  • Digestione e acidità di stomaco in gravidanza - la crescita del pancione comporterà una maggiore difficoltà nell'affrontare il processo digestivo. Il consiglio è quello di fare pasti leggeri e non troppo sostanziosi; meglio mangiare poco e spesso che ingerire troppo cibo. Per l'acidità c'è poco da fare; ci si può aiutare con un bicchiere di citrosodina o bicarbonato ma per di più si deve sopportare.
  • Gambe e piedi gonfi in gravidanza - il gonfiore degli arti inferiori avviene perché il peso del bimbo inizia a comprimere vari organi interni e anche alcune vene, provocando una difficoltà maggiore nella circolazione sanguigna. Riposarsi spesso, al letto o sul divano, posizionando un cuscino alto sotto il ginocchio che vi faccia mantenere le gambe rialzate. Frizionare con acqua fredda e ghiaccio caviglie e piedi; usare delle creme rinfrescanti naturali; nelle ore fresche passeggiare lentamente, aiuterà sia la circolazione sia i problemi di mal di schiena.
  • Affanno e difficoltà respiratoria in gravidanza - il volume del pancione ed il suo peso provocheranno con facilità l'affanno, in qualsiasi attività voi facciate ed inoltre proverete una sensazione di soffocamento quando deciderete di sdraiarvi. Il consiglio è di fare sempre tutto con molta calma, soprattutto le attività che richiedono più dispendio di energia, come salire le scale, fare le pulizie… e per dormire meglio, provate a mettere un secondo cuscino.

Segui la pagina Salute
Segui
Segui la pagina Gravidanza
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!