Estate, tempo di vacanze. Autunno, tempo di stangate. Non è la prima volta che gli italiani tornano dalle vacanze (per la verità, anche quest'anno in versione mini altrimenti dette 'mordi e fuggi') e si ritrovano a fare i conti con aumenti di tasse e compagnia bella. 
Anche le previsioni economiche per l'autunno 2014 non sono delle più rosee, tant'è che molte famiglie cominciano a pensare di mettere da parte qualcosa (magari il bonus da 80 euro per chi lo prende) per l'attesa batosta.


Governo Renzi, ministro dell'Economia Padoan 'Manovra sì, anzi no'

Il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, intervenendo alla Camera, non ha potuto far altro che confermare ciò che l’Istat e la Confindustria stanno ripetendo da settimane: 'I dati macroeconomici più recenti, se confermati, indicano un ritardo di ritorno alla crescita sostenuta in Europa e altrove. Ciò è vero anche per il nostro Paese: i margini per l’azione del governo si faranno in questo caso più stretti'.
Traduzione dal politichese all'italiano: il governo sarà costretto alla manovra e se l'esecutivo avrà i margini stretti, anche le famiglie italiane saranno costrette a stringere qualcosa....ovvero la cinghia.
Prima il bastone, ma poi arriva anche la carota, perchè il ministro Padoan si affretta a dire che le stime della Commissione europea non considerano le minori spese pianificate nonchè i maggiori introiti previsti per esempio dalle privatizzazioni in fase di progetto: il numero uno dell'Economia poi confida nel Def di settembre per migliorare il Pil. 


Non tutti però credono alle promesse di risalita del ministro Padoan. Stefano Fassina del PD (ma detrattore del governo Renzi) parla di una manovra di almeno 23 miliardi di euro per il 2015, affinchè si possa arrivare almeno al pareggio di bilancio. Non contando però il bonus da 80 euro promesso per il prossimo anno anche ai lavoratori autonomi, gli incapienti e i pensionati. 
Stilettata di Fassina e pronta risposta su Twitter di Padoan che nega la manovra: 'No comment, non c’è nessuna manovra in arrivo'. Facciamoci un nodo al fazzoletto.
Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto