A partire dal prossimo 2 settembre 2016, sarà possibile formulare le domande per la concessione del SIA (Sostegno Inclusione Attiva), predisposto per oltre duecentomila famiglie, allo scopo di combattere una condizione difficile di povertà economica. Di seguito spiegheremo in maniera dettagliata, quali sono i requisiti per poter accedere al suddetto bonus famiglia, come e dove presentarela propria domanda.

Cos'è il SIA?

Si tratta di un progetto pensato per sostenere le famiglie con particolari disagi economici e combattere in qualche modo una condizione di povertà. La sua erogazione, prevede due tipi di sussidio, il primo viene calcolato sulla base di 80 euro per ogni componente della famiglia, il secondo invece sarà un progetto che mira all'attivazione sociale e lavorativa. Oltre a questo il progetto prevede attività di ricerca lavoro, impegno scolastico, prevenzione della salute e adesione a progetti formativi.

Il Ministro del Lavoro ha comunicato che il Sia è una 'misura ponte' che verrà attuata in attesa che la legge delega sulla povertà, venga ufficialmente approvata. L'impegno economico stanziato è pari a 750 milioni di euro e dovrà essere erogato per aiutare circa 200mila famiglie italiane.

Chi può richiedere il SIA?

Il SIA può essere richiesto da tutte le famiglie che si trovano in particolari difficoltà economiche, rispettando i seguenti requisiti minimi:

  • essere cittadini italiani o comunitari, oppure stranieri con permesso di soggiorno a lungo periodo
  • possedere certificato ISEE inferiore a € 3000
  • all'interno del nucleo famigliare deve essere presente un figlio minore o figlio disabile oppure donna in gravidanza
  • nessun membro componente il nucleo familiare, deve usufruire di altri sostegni economici (Naspi - Asdi)
  • nessun membro della famiglia deve essere titolare di un veicolo immatricolato 12 mesi prima della presentazione della domanda
  • tutti i componenti della famiglia devono essere residenti in Italia da almeno due anni

Come richiedere il sussidio SIA?

Tutti coloro che sono in possesso dei requisiti sopra indicati, possono richiedere il sussidio SIA a partire dal prossimo 2 settembre 2016, presso il proprio Comune di appartenenza, il quale entro i successivi quindici giorni lavorativi, verificherà la sussistenza di tali requisiti ed invierà tutta la documentazione presentata all'Inps. L'Istituto di previdenza, acquisita la documentazione, valuterà la regolarità della domanda e attribuirà un punteggio che partirà da un minimo di 45 punti ad un massimo di 100 punti.

L'importo verrà erogato alla famiglia, tramite una carta prepagata simile alla Social Card. Se vuoi rimanere aggiornato/a su questo specifico argomento, oppure su tutti gli articoli proposti da questo autore, clicca il pulsante 'segui' vicino al nome ad inizio articolo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto