Il Governo, ancora una volta, non distoglie la sua attenzione dalle famiglie o soggetti economicamente deboli o in condizioni lavorative svantaggiate. Precedentemente, con nota n. 4292/2018 il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali introduceva con la suindicata nota, cambiamenti relativi a nuovi requisiti familiari. Successivamente sono state aggiunte delle novità. In quest'articolo saranno illustrati tutti i cambiamenti e novità per la richiesta del Reddito di Inclusione.

Pubblicità
Pubblicità

Reddito d'Inclusione: cosa cambia

Se inizialmente erano necessari determinati e specifici requisiti familiari per essere beneficiari del sussidio, ossia: donna in stato di gravidanza, presenza di un minore, di un disabile o di un disoccupato ultra cinquantacinquenne, ora i criteri di accesso alla domanda e di ottenimento di tale strumento di contrasto della povertà, cambiano: l'unico requisito richiesto a ciascun soggetto interessato sarà un valore del proprio Isee non superiore a sei mila euro (6000 euro).

Pubblicità

Ciò vuol dire che il raggio di azione del Reddito di Inclusione si espande fino a toccare la soglia di 700.000 nuclei familiari. Destinato, così, a 2,5 milioni di persone che non raggiungono la soglia annualmente dei 6000 euro richiesti.

Il beneficio sarà devoluto e destinato in base al numero e/o componenti del nucleo familiare: ad un'unica persona sarà devoluta una quota mensile pari a 187,50 euro fino ad un massimo di 539,80 euro per nuclei familiari composti da sei persone.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Affari E Finanza

Oltre al requisito Isee richiesto obbligatoriamente per ottenere il sussidio in questione, a ciascun beneficiario sarà richiesto un valore patrimoniale, diverso dalla casa di abitazione, non superiore ad euro 20.000 (ventimila euro). Relativamente alla durata del reddito, si prevederanno elargizioni di somme per un periodo pari a diciotto mesi, rinnovabili solo dopo almeno sei mesi.

Come richiedere tale sostegno economico

Ogni singolo soggetto o nucleo familiare in possesso dei requisiti necessari per la presentazione della domanda potrà recarsi presso qualsiasi CAF/PATRONATO abilitato, richiedendo presso quest'ultimi l'attestazione Isee, procedendo solo successivamente alla presentazione della domanda.

Per coloro che abbiano richiesto il Reddito di Inclusione prima dell'introduzione di tali modifiche sarà avviata automaticamente una revisione o nuovo inserimento dei criteri di accesso alla domanda.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto