Panoramica delle ultime news sulla riforma Pensioni 2014, dai Quota 96 Scuola agli esodati passando per le misure che potrebbero interessare i lavoratori precoci: al momento tanti annunci ma poco di concreto, dopo le elezioni il Governo Renzi concretizzerà davvero quanto annunciato?

Riforma pensioni 2014, Quota 96 Scuola: ultime news

Tra le misure più attese della riforma pensioni 2014 abbiamo quella per i Quota 96 Scuola: il governo nel DEF 2014 si è impegnato a trovare una soluzione, l'attenzione mediatica sul problema è notevolmente aumentata ma, nonostante tutto, a oggi ancora non si è voltato pagina.

Pubblicità

Le ultime news sui Quota 96 Scuola vertono sulle dichiarazioni del ministro Giannini che ha promesso che "subito dopo la fine della campagna elettorale per le Europee verrà affrontato il problema dei pensionati della scuola Quota 96".

Ancora una volta, quindi, ci si ritrova davanti un annuncio che, almeno in teoria, dovrebbe aumentare l'ottimismo tra gli interessati, ma dato il gran numero di promesse infrante da questo e dal precedente governo, è più che comprensibile che i Quota 96 Scuola abbiano deciso di portare avanti le loro proteste: le buone parole non sono mai mancate, sono i fatti che continuano a latitare. 

Riforma pensioni 2014, esodati e precoci: news e speranze 

Tra le ultime news sulla riforma pensioni 2014 e gli esodati più in particolare, abbiamo lo sciopero nazionale dei tipografici, organizzato per protestare contro la mancata tutela degli esodati del settore.

Le grande attese sono tuttavia riposte nel piano di Poletti per creare un ponte che permetta loro di accedere alla pensione: il problema esodati sembra prioritario per il Governo, ma il fatto che Poletti abbia leggermente cambiato rotta (spostandosi dall'idea del prestito pensionistico a quella, meno dettagliata e più 'misteriosa' di ponte) e che abbia chiarito che ulteriori dettagli saranno disponibili solo in seguito, sembra rimandare chiaramente il discorso a fine mese o all'inizio di giugno.

Sempre il discorso del ponte alimenta le speranze dei lavoratori precoci di una misura di riforma pensioni nel 2014 che possa interessare anche la categoria, ormai da tantissimi mesi caduta nel dimenticatoio.

Pubblicità

Tale misura è pensata per gli over 60 che perdono il lavoro, ma come detto i dettagli al momento sono ancora sconosciuti e non è da escludere l'applicazione del provvedimento per una platea più ampia di cittadini. Per i lavoratori precoci e chi svolge mestieri usuranti in un contesto pubblico, invece, la speranza di una pensione anticipata arriva dalla Madia, che ha di recente ribadito di voler portare avanti una staffetta generazionale nel contesto delle pubbliche amministrazioni.

Viene da chiedersi, a oggi, cosa potrebbe cambiare dopo le Elezioni Europee: se il PD vincerà con buon margine probabilmente poco, se invece il Movimento 5 Stelle dovesse davvero superarlo allora si determinerà un'agitazione non da poco, e a quel punto è davvero difficile intuire come potrebbe agire il governo attuale.

Al momento le ipotesi sono tante, ma dovremo attendere dopo le Europee per scoprire quante promesse verranno mantenute e entro quale mese.

Interpelliamo anche i lettori al riguardo: a vostro parere il Governo Renzi attuerà davvero le promesse dei vari ministri sul tema delle pensioni? Fateci sapere la vostra opinione lasciando un commento qui sotto!