Resta sempre acceso il discorso sulla pensione anticipata 2015, le ultime news, tra Poletti e Renzi, parlano di possibili nuove misure e di una loro definizione entro l'estate, con l'ipotesi Damiano per la flessibilità in uscita con penalizzazioni progressive che resta tra le ipotesi principali per il cambiamento. Le ultime notizie sulla pensione anticipata, tuttavia, vanno come al solito interpretate: l'ipotesi Damiano con prepensionamento dai 62 anni di età con 35 di contributi potrebbe essere modificata in termini di requisiti o entità delle penalizzazioni?

L'ipotesi della Lega per un'uscita dai 64 anni per i dipendenti del pubblico impiego troverà ascolto tra i membri dell'esecutivo?

Ultime news pensione anticipata 2015, le misure per donne e uomini di Damiano e della Lega

Le ultime notizie sulla pensione anticipata per donne e uomini vedono da un lato l'idea della flessibilità in uscita come centrale, dall'altro sembrano focalizzarsi, tra le varie ipotesi presentate dall'esecutivo o dalle altre forze politiche, su quella di Damiano per un'uscita dai 62 anni di età con penalizzazioni fino all'8% sull'assegno pensionistico percepito. La Quota 100 sembra essere passata in secondo piano, così come l'ipotesi del prestito pensionistico per il prepensionamento.

Quest'ultima idea, tuttavia, sembra che troverà parziale e particolare applicazione in Piemonte, pertanto riteniamo sia bene non escluderla dai possibili interventi del Governo Renzi.

Resta l'enorme problema delle coperture per le Pensioni anticipate con proposta Damiano: per quanto non se ne parli, la questione è sempre aperta, quindi è lecito pensare che nella definizione delle misure per la riforma pensioni l'ipotesi possa essere modificata per risultare meno gravosa per i conti pubblici.

Per quanto riguarda l'interessante proposta della Lega Nord per le pensioni anticipate dai 64 anni di età e tre mesi, l'ipotesi è dedicata ai dipendenti pubblici che hanno maturato la Quota 96 entro fine 2012, ma a nostro giudizio è bene non farsi troppe speranze: l'esecutivo Renzi difficilmente - dopo le tante possibilità di intervento e i tanti bidoni ai danni dei Quota 96, in particolare della scuola - accetterà di buon grado la proposta leghista.

Prepensionamenti, ultime novità sulle misure del Governo Renzi: altro bluff in vista?

Le ultime sulla pensione anticipata nel 2015 e su Renzi aprono a uno scenario molto interessante, ma siamo davvero sicuri che entro l'estate arriveranno grandi misure per la flessibilità in uscita? Per quanto chi scrive sia convinto dell'importanza cruciale di una riforma delle pensioni per il paese, va ricordato che gli annunci e le promesse non sono mai mancati, da parte del governo Renzi, ma al momento dei fatti l'esecutivo si è sempre tirato indietro. Si pensi alle vicende dei Quota 96 della scuola e degli esodati (per cui Poletti a più riprese aveva promesso soluzioni strutturali e definitive, poi mai arrivate).

Il rischio che il governo, dato il forte interesse dell'opinione pubblica al riguardo e la pressione di altre parti politiche, dei sindacati e perfino dell'INPS, possa lasciar intendere la vicinanza di interventi fondamentali per poi non realizzarli, appare concreta.

Da parte nostra speriamo che nelle prossime settimane, questa volta, le misure per la pensione anticipata nel 2015 vengano definite e più avanti finalmente concretizzate. Ricordiamo prima di chiudere che per restare aggiornati sulle ultime news sui prepensionamenti è possibile cliccare sul tasto Segui in alto.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la pagina Matteo Renzi
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!