L'ex ministro del Lavoro, Elsa Fornero, a seguito della decisione della Corte Costituzionale che ha deciso di cancellare il provvedimento del 2011 che bloccava l'adeguamento al costo della vita di quelle Pensioni superiori a tre volte il minimo Inps, così come evidenziato da tutti i quotidiani on line, ha così commentato: 'Non fu scelta mia, ma di tutto il governo. Sono stata rimproverata per molte cose ma quella decisione non fu mia'. La Fornero ricorda che, proprio su questo punto, si commosse fino a piangere, come tutti ricorderemo durante una conferenza stampa.

Pubblicità
Pubblicità

Morando: 'Non abbiamo ancora i calcoli precisi'

A seguito di questa sentenza molte sono state le esternazioni da parte di politici ed esperti del settore. Enrico Morando, vice ministro dell'Economia, ha specificato quali potrebbero essere le conseguenze sui conti pubblici, ora che lo Stato dovrà rimborsare circa 5 miliardi di euro a tutti quei pensionati che hanno avuto bloccato il proprio assegno pensionistico nel 2012 e 2013. 'Non abbiamo ancora fatto i calcoli precisi ma chiaramente ci saranno conseguenze rilevanti sul bilancio dello Stato'. Al momento, il governo Renzi cerca di infondere tranquillità dichiarando che si sta studiando l'impatto della sentenza sui conti pubblici.

Salvini: 'Io toglierei la cittadinanza italiana alla signora Fornero'

Nel frattempo, Matteo Salvini, segretario della Lega Nord, ha commentato il fatto sul social Facebook: 'E' una sberla alla legge Fornero ed ora le casse dello Stato dovranno restituire 5 miliardi di euro. La Lega è pronta, già da domani, ad incontrarsi con il governo per studiare una nuova legge pensionistica. Io toglierei la cittadinanza italiana alla signora Fornero'.

Dichiarazioni anche sul fronte sindacale

Dichiarazioni arrivano anche dal fronte sindacale. In una nota del segretario della Uil, Domenico Proietti, si legge: 'La Corte Costituzionale ha sancito quello che noi della Uil abbiamo sempre sostenuto, relativamente a quella norma introdotta dalla Legge Fornero nel 2011. E' una sentenza che fa giustizia. Ora il governo Renzi dovrà restituire il maltolto a milioni di pensionati'. Gigi Bonfanti, segretario della Cisl Pensionati, evidenzia che 'anche questa volta abbiamo dovuto aspettare una sentenza della Corte Costituzionale che confermasse quello che sosteniamo da tanto tempo'.



Leggi tutto e guarda il video