L’Inps ha indetto, come per ogni anno accademico, un bando di concorso per l’assegnazione dei posti nei Collegi universitari per i figli o orfani dei dipendenti pubblici e dei pensionati del pubblico impiego. Le domande devono pervenire all’INPS entro le ore 12:00 del 31 agosto. È una iniziativa che rientra negli interventi di assistenza e mutualità previsti da parte dell’Istituto di Previdenza Sociale.

Quali sono i collegi previsti dal bando?

Le strutture ricettive da assegnare sono di diverse categorie e nel bando è disponibile l’elenco completo dei servizi offerti.

Pubblicità
Pubblicità

Ci sono quelle di proprietà INPS, che offrono dal vitto e alloggio ai servizi di lavanderia, dal trasferimento all’Ateneo tramite navetta ai servizi infermieristici. Oltre ai collegi INPS, altre strutture sono quelle riconosciute dal Ministero dell’Istruzione e convenzionate, i cui servizi offerti sono diversi a seconda della struttura. L’assegnazione del posto in collegio sarà valido per tutta la durata del corso di laurea del beneficiario, se i requisiti di assegnazione permangono negli anni.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni Pubblica Amministrazione

Requisiti

L’assegnazione è condizionata da due fattori, uno reddituale ed uno di carattere meritocratico. I soggetti richiedenti, i genitori o gli studenti maggiorenni, devono essere iscritti alla banca dati INPS come richiedenti ed avere un ISEE per servizi universitari. Per la banca dati occorre presentare domanda all’Istituto tramite il modello presente sul sito istituzionale da compilare, ed inviare tramite PEC (posta elettronica certificata), o a mano presso la sede INPS di residenza, o ancora tramite raccomandata a/r.

Pubblicità

L’ISEE deve essere in corso di validità e fatto secondo le modalità della riforma 2015, cioè deve essere stato richiesto non prima del 1° gennaio 2015. È necessario che lo studente non sia in ritardo di oltre due anni dal normale percorso di studi che parte dalla scuola primaria. Per la domanda e per la conseguente permanenza in collegio, lo studente deve aver riportato una media di 24/30 ad ogni esame. Sono necessari inoltre l’assenza di pendenze penali, l’assenza di comportamenti scorretti da parte dello studente e il non aver ricevuto nessun altro sussidio scolastico superiore a 6.000 euro.

Come presentare domanda ed i criteri di assegnazione

La domanda, il cui bando è presente sul sito istituzionale dell’INPS, deve essere inviata telematicamente attraverso il possesso del codice PIN per l’accesso ai servizi on line per il cittadino. Sul sito dell’Istituto è presente anche la guida alla compilazione che accompagnerà i richiedenti nello stilare la richiesta. Si può presentare domanda per un unico collegio a scelta tra quelli elencati in uno degli allegati al bando.

Pubblicità

L’assegnazione sarà data in base al punteggio ottenuto da ciascun candidato. Il punteggio è dato dal merito, cioè dal curriculum dei voti dello studente, sommando i voti ottenuti e rapportandoli in quote centesimali, e dall’indicatore ISEE del nucleo familiare. La graduatoria di assegnazione per ogni collegio sarà pubblicata sul sito INPS.

 

 

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto