Pubblicato in GU il bando del concorso per l'Avvocatura di Stato che prevede l'assunzione di 10 figure: vediamo in sintesi tutte le informazioni essenziali, da chi può partecipare a come inviare la domande ed entro quando, per poi analizzare più nel dettaglio come saranno strutturate le prove del prestigioso concorso pubblico.

Avvocatura di Stato: chi può partecipare al concorso pubblico 2016

Il concorso per l'Avvocatura di Stato è aperto a un gran numero di categorie, fermo restando che tutti i candidati devono essere cittadini italiani la cui condotta civile risulti incensurabile.

Possono partecipare al concorso:

  • procuratori dello Stato con 2 o più anni di servizio
  • avvocati iscritti all'albo con anzianità di 6 anni o più
  • magistrati amministrativi
  • magistrari ordinari divenuti tali dopo concorso per esami e tirocinio di 18 mesi
  • magistrati della giustizia militare se di qualifica equiparabile a quella richiesta per i magistrati ordinari
  • professori/assistenti universitari di materie giuridiche abilitati all'esercizio della professione
  • dipendenti statali delle ex carriere direttive con 5 o più anni di servizio abilitati all'esercizio della professione
  • dipendenti pubblici assunti con concorso pubblico con 5 o più anni di servizio nella carriera direttiva o nella professione legale abilitati all'esercizio della professione di avvocato.

Avvocatura di Stato 2016: come ed entro quando inviare la domanda per il concorso

Partecipare al concorso pubblico per avvocati è relativamente semplice: la domanda, anzitutto, va inoltrata online attraverso il portale Avvocaturastato.it.

Sarà quindi necessario in primo luogo registrarsi al sito, quindi compilare con attenzione la domanda di partecipazione, in seguito provvedere a stampare la domanda, firmarla, accludere alla stessa la scansione di un documento di identità e infine caricare il tutto sul portale e inviarlo tramite la sezione concorsi del sito.

La scadenza per l'invio delle domande di partecipazione è fissata al 12 marzo 2016.

Concorso per 10 posti presso l'Avvocatura di Stato: come sono strutturate le prove

Il concorso verterà su un esame strutturato in prove scritte e orali. Per le prove scritte si avranno otto ore per redigere un atto defensionale di diritto e procedura civile, per svolgere un tema teorico di diritto civile riferito al diritto romano, per redigere un atto difensionale oppure un tema su diritto amministrativo o tributario (dipenderà dalla scelta della commissione), infine redigere un atto defensionale/tema su diritto e procedura penale.

Per quanto riguarda gli orali dell'esame, le prove sono due. La prima consiste in colloquio di esame orale su un numero molto ampio di materie: si va dal diritto civile al diritto tributario, dal diritto delle comunità europee alla contabilità di Stato, dal diritto costituzionale a quello ecclesiastico.

La seconda prova, invece, che avverrà in un giorno differente rispetto alla prima, consisterà in una difesa orale in merito a una contestazione giudiziale basata su un tema che sarà inviato al soggetto almeno un giorno prima rispetto alla data fissata per lo svolgimento della seconda prova orale.

Segui le tue passioni.
Rimani aggiornato.

Segui la nostra pagina Facebook!