Il sussidio di disoccupazione è diventato ormai imprescindibile per affrontare la crisi occupazionale che attanaglia i paesi dell'Unione Europea ormai quasi da un decennio. Il ministro dell'economia Pier Carlo Padoan sta per presentare al vertice europeo che si terrà a settembre a Bratislava il nuovo piano da 50 mld di euro proprio per aiutare tutte le famiglie che vivono il dramma della perdita del posto di lavoro e dei mezzi di sostentamento.

Pubblicità
Pubblicità

A riportare l'indiscrezione è stato il quotidiano Repubblica che riporta il progetto che il governo italiano presenterà e che potrebbe consentire di attingere a risorse comuni per incrementare il sussidio di disoccupazione e altri strumenti di sostegno del reddito per le famiglie indigenti. Questo fondo verrà poi restituito dai paesi negli anni a seguire. Il nuovo progetto si chiama "fondo europeo per l'indennità di disoccupazione", e dovrà superare l'ostracismo dei paesi del Nord Europa come Germania e Olanda, tradizionalmente contrari a gravare i bilanci degli stati con i sussidi per il sostegno del reddito.

Pubblicità

Il nuovo piano consentirebbe anche di rilanciare l'immagine sbiadita di una Europa 'matrigna' incapace di sostenere chi rimane indietro, foraggiando il consenso dei populismi e dei movimenti politici antieuropei. Nel progetto che presenterà Padoan gli Stati membri verseranno una cifra molto vicina allo 0,5% del Pil nazionale, per un importo globale di circa 50 mld di euro.

L'Italia attingerebbe al fondo per 8-16 miliardi

A questo fondo potranno ricorrere quei paesi che vedono l'indice di occupazione calare in modo vertiginoso rispetto alla media europea.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni

Finanziare il sussidio di disoccupazione consentirebbe a coloro che ne usufruiscono di non perdere il sostentamento in attesa di trovare una nuova occupazione. Si stima che per il nostro paese questo contributo si aggirerà tra 8 e 16 mld per un anno. I soldi verrebbero poi restituiti entro 5 anni. Secondo le ultime statistiche rivelate da Eurostat, in Italia un disoccupato su tre ha rinunciato a cercare un posto di lavoro.

Un dato che è il peggiore della Ue.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto