Lo scorso 15 gennaio ha preso inizio la seconda settimana del corso sulla metodologia Clil, che vede impegnati oltre 5000 docenti di ogni ordine e grado provenienti da tutta Italia. La durata complessiva del corso è di 50 ore con webinar da seguire e attività da fare ogni settimana. I docenti più attenti hanno già completato le attività della prima settimana e ricevuto il primo distintivo (per chi invece non le ha ancora completate potrà recuperare), intanto sulla piattaforma del Clil il corso prosegue con le attività previste per questa seconda attività dedicata all'argomento del Surfing the net.

Pubblicità

Vediamo quali sono le attività da svolgere.

Surfing the net: attività da svolgere

Nel dettaglio le attività da svolgere per il Surfing the net (navigare in rete) ed ottenere il secondo distintivo o Badge sono le seguenti:

  • leggere il materiale proposto per l'implementazione del Clil nel web 2.0;
  • provare e sperimentare i webtool proposti nel blog (per accedere al blog: dovrete andare sul seguente url technoclil.org/wp-login.php e registrarvi e si entra nella Dashboard di Technoclil, in alto si clicca sul segno + NEW per inserire un post, c'è anche il Quick Draft quindi un post veloce. Quando avete finito di scrivere premete il tasto blu' Publish);
  • pubblicare il webtool preferito sul muro di DOTSTORMING (sul blog) e votare i post proposti dai vostri colleghi;
  • inoltre, ricordatevi di aggiornare il vostro portafoglio digitale (attività trasversali)!

Le restanti tre settimane del corso affronteranno la CLIL pathways, il Reading in Clil e il Clil Repository. Inoltre, vorremmo informarvi che il prossimo evento si terrà venerdì 20 gennaio alle ore 10 del mattino con Greg Klesser.

Per tutti coloro che non hanno potuto partecipare ai webinar online potranno vedere le registrazioni in Techno-CLIL YouTube Playlist. Infine, vorremmo ricordarvi che l'intero corso è riconosciuto dal Miur come attività di formazione, promosso dall'I.T.T. GIORDANI STRIANO, l'Istituto tecnico di Napoli, sebbene non dà punteggio ai fini della mobilità. Per le altre informazioni sul corso vi rimandiamo alla precedente news.