L'ufficialità è stata resa pubblica da un documento trasmesso dall'amministrazione di Montecitorio, a tutte le sigle sindacali. A breve verranno pubblicati i bandi di concorsi pubblici per rinnovare il personale in servizio presso la Camera dei Deputati. La notizia è stata resa nota dal quotidiano 'Il Sole 24 Ore" in un ampio reportage, nel quale spiega in grandi linee qual è l'orientamento da seguire per rimpiazzare un terzo del personale che è andato in pensione e mai sostituito.

Pubblicità
Pubblicità

Le carenze da coprire, sarebbero necessarie in diversi settori del personale in servizio presso la Camera dei Deputati, dai commessi ad altri ruoli in ogni settore.

Camera dei Deputati in programma nuove assunzioni

Sono ormai più di quattordici anni che non viene pubblicato alcun bando di concorso, per rimpiazzare il personale in servizio presso la Camera dei Deputati. Secondo quanto pubblicato dal noto quotidiano economico nazionale 'Il Sole 24 Ore', nei primi giorni del mese di maggio 2017, l'amministrazione di Montecitorio ha comunicato ufficialmente di voler adoperare un ricambio generazionale in molti ruoli d'impiego e per questa ragione, a breve termine e non prima della presentazione della delibera da parte della presidenza della Camera, verranno pubblicati i vari bandi per la selezione del nuovo personale.

Pubblicità

Tra i ruoli più significativi è necessario ricoprire carenze come: Commessi, Ingegneri Informatici, Consiglieri del personale, ma anche addetti alle biblioteche e ad altri uffici della rete organizzativa di Montecitorio.

Costi e iter procedurale

Il problema dei costi è uno scoglio molto difficile da superare, come è già noto a tutti, l'onere per il personale in servizio alla Camera dei Deputati è molto alto e per questo motivo la procedura sarà molto lunga e laboriosa in quanto molti parlamentari non sono d'accordo.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Concorsi Pubblici Lavoro

In ogni caso per poter limitare l'onere economico di questa iniziativa, si è pensato di unificare il personale di Camera e Senato, ma prima di tutto questo deve essere organizzato un vero e proprio piano di assunzioni da parte dei vari sindacati, che la presidenza della Camera trasformerà in una delibera, la quale verrà presentata per l'approvazione. Una volta passata la delibera, si potrà procedere con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dei vari Concorsi Pubblici, distinti per categoria.

Per rimanere aggiornati su questo argomento e su tutte le news proposte da questo autore, cliccare il pulsante "Segui" in alto vicino al nome.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto