Fino a qualche anno fa si pensava che il Blogger fosse un appassionato di scrittura, nuove tecnologie e condivisione. Punto. Oggi, invece, essere Blogger significa avere tra le mani una vera e propria professione.

Questo approfondimento nasce da un interessante articolo d'attualità pubblicato da Investire Oggi, all'interno del quale ci si interroga sulla seguente domanda: "Basta farsi selfie tutti i giorni per diventare una fashion blogger di successo?" In questo articolo non parleremo delle stelle del web che sono diventate ricche e famose grazie ai loro blog ma cercheremo di fornire consigli utili a tutti coloro che vogliono intraprendere una nuova avventura lavorativa sul web.

Cosa significa diventare 'Blogger'?

Per definizione, un Blogger possiede un Blog ossia uno spazio sul web dove annota i suoi pensieri, condivide esperienze, fornisce informazioni su un determinato argomento. Sono tantissime le categorie di Blog esistenti: dai viaggi alla moda, dalla tecnologia al food, dall'informatica ai libri, dalla natura agli animali e tanto, tantissimo, altro ancora.

Aprire un Blog è davvero molto semplice e possono farlo davvero tutti, in maniera gratuita così come a pagamento.

All'inizio, solitamente, si sceglie di iniziare a percorrere la strada del blogging senza spese decidendo di richiedere un dominio (il nome che segue il www nell'url della pagina) gratuito. Per questo ci sono tantissime piattaforme, più o meno professionali, che in maniera totalmente gratuita forniscono il dominio prescelto (che, ovviamente, non deve essere già utilizzato) in cambio della presenza del nome della piattaforma all'interno dell'url stessa.

Facciamo un esempio pratico. Supponiamo che la piattaforma che vi fornisce il dominio si chiami "piattaforma" e il nome che volete dare al vostro sito sia "nomedominio", la versione gratuita sarà presumibilmente www.nomedominio.piattaforma.it. Qualora, invece, decideste di acquistare il dominio (dai 15 euro all'anno in sù) avrete www.nomedominio.it.

Inutile dire che nel secondo caso è possibile accedere a tantissimi benefici quali uno spazio sul web, un hosting di riferimento che fornisce assistenza, un'autorevolezza, la possibilità di posizionarsi in termini di risultati di ricerca nonché un tocco in più di professionalità.

Cosa serve per diventare "Blogger"?

  • Il primo punto l'abbiamo già visto: avere un Blog e scegliere un nomedominio che sia accattivante.
  • Bisogna porsi una domanda "di cosa voglio parlare nel mio Blog?". Può sembrare una banalità ma è il fulcro di tutto, il senso di ogni scelta che farete da quel momento in poi. Scrivere di cucina, macchine, bambini e viaggi all'interno dello stesso portale, non darà autorevolezza al vostro Blog anzi, al contrario, ne sarete penalizzati. Non necessariamente dal web ma, dagli utenti che scelgono di seguirvi sicuramente sì. La cosa migliore da fare è scegliere un tema, al massimo due ma attigui tra loro, e approfondirli. Solo così potrete diventare dei punti di riferimento per gli internauti.
  • Scegliere o realizzare una bella grafica: il visual è uno degli aspetti fondamentali per questo lavoro.
  • Organizzare bene il menu del Blog in modo che sia facile, intuitivo e navigabile facilmente per tutti, esperti e non.
  • Scrivere bene, senza errori grammaticali ed evitando i periodi troppo lunghi. Siate chiari e diretti, sempre, altrimenti il lettore non sarà interessato a leggere tutto l'articolo e neanche i vostri articoli successivi.
  • Non duplicare i contenuti perché oltre a non essere originali, si rischia di essere penalizzati dai motori di ricerca.
  • Siate originali fornendo sempre nuovi spunti critici ai lettori.
  • Non scrivere necessariamente tanto ma puntare principalmente sulla qualità.
  • Realizzare foto/video quanto più professionali possibili.
  • Dedicare tanto tempo all'indicizzazione, alla SEO e se non sapete cosa sia leggete questo articolo SEO: Cos’è e come funziona la Search Engine Optimization.
  • Leggere le statistiche (Google mette a disposizione diversi tool per farlo) per capire quanto e quali articoli vengono apprezzati e letti dagli internauti.
  • Condividere gli aggiornamenti sui social network, il cuore pulsante della pubblicità.
  • Conoscere i colleghi Blogger che scrivono del tuo stesso tema e fare rete con loro. Le collaborazione e i "guest post" possono contribuire a una futura notorietà.

Si può vivere di blogging?

Sono svariate le testimonianze di persone che ce l'hanno fatta, in ogni parte del mondo, e gli studi settoriali dell'Agenzia di marketing "Captiv8" rivelano che:

  • i blogger che hanno dai 50.000 a 500.000 followers possono guadagnare fino a 2.500 dollari per un contenuto su YouTube, 1.000 per un post su Instagram o Snapchat e 400 per un messaggio su Twitter.
  • i blogger che hanno dai 3 ai 7 milioni di followers possono guadagnare fino a 187.000 dollari per un post su YouTube, 75.000 per un post su Instagram o Snapchat e 30.000 per un tweet.

Decisamente sì, quindi.

Si può vivere di blogging ma solo se fatto con costanza, impegno e tanta - tantissima - fortuna.

Segui la nostra pagina Facebook!