Le ultime notizie sulla riforma pensioni, ad oggi, venerdì 3 novembre 2017, sono relative all'esito del confronto Governo-sindacati tenutosi ieri a Palazzo Chigi: in primo piano il tema dell'aumento dell'età pensionabile in relazione all'aspettativa di vita.

Pensioni 2017, notizie oggi 3 novembre: Padoan 'confermato principio adeguamento età pensionabile'

Al termine dell'incontro Governo-sindacati, il ministro dell'Economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan ha confermato che il principio dell'adeguamento dell'età pensionabile all'aspettativa di vita resta confermato.

Tuttavia, è previsto un tavolo di discussione per estendere le categorie assoggettate ai lavori gravosi per far sì che vengano 'staccate' dal meccanismo. Il prossimo appuntamento tra Governo e parti sociali è stato fissato al prossimo 13 novembre. Come riportato dal quotidiano economico 'Il Sole 24 Ore', Padoan ha sottolineato come i sindacati abbiano apprezzato molti punti della nuova Legge di Bilancio 2018 che, in tema previdenza, riguarderà soprattutto l'occupazione dei giovani, la crescita e le inclusioni sociali.

Riforma pensioni 2017, novità oggi: le reazioni dei sindacati

Le reazioni dei sindacati non sono state, a dir la verità, omogenee, a testimonianza del fatto che l'unità auspicata dai lavoratori, ancora una volta, ha deluso le aspettative. Il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, ha dichiarato che la discussione si è svolta su un sentiero difficile, sottolineando ancora una volta, come per il suo sindacato il meccanismo dell'aspettativa di vita sia ingiusto.

Annamaria Furlan, invece, ha sottolineato come ci sia una decina di giorni di tempo per la verifica ma è ottimista sulla risoluzione dei temi che sono rimasti irrisolti: 'I lavori non sono tutti uguali e di conseguenza non possono esserlo tutte le aspettative di vita' ha dichiarato la leader della Cisl, affermando la necessità di lavorare seriamente, in base ai dati reali.

Il segretario della Uil, Carmelo Barbagallo ha dichiarato che i sindacati non esauriranno la loro pressione sul Parlamento: riprendendo le parole della Furlan, ha sottolineato come i lavori non siano tutti uguali.

'Padoan ha posto dei paletti - ha rimarcato il leader della Uil - dobbiamo esplorare il terreno sino in fondo.'

Ultime notizie pensioni, oggi 3 novembre: Veneto, risoluzione contro aumento età pensionabile a 67 anni

Intanto, continua il dissenso in merito all'iniziativa di aumento dell'età pensionabile a 67 anni come testimonia la dura presa di posizione assunta da Luciano Sandonà, consigliere regionale del Veneto, il quale ha presentato una risoluzione che manifesta totale dissenso nei confronti delle novità in materia pensionistica. 'E' una follia andare in pensione a 67 anni', ha sottolineato il consigliere del gruppo Zaia presidente, rimarcando l'importanza di dare uno slancio ai consumi, aumentando i salari per favorire la ripresa.

'Bisogna combattere il precariato a cui sono costretti molti giovani' ha concluso Sandonà.

Nel corso di un'intervista rilasciata al 'Corriere della Sera', il ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, ha sottolineato come sia giusto aprire a correzioni sui lavori gravosi ma ha ricordato come l'età effettiva di pensionamento in Italia sia attualmente di circa 62 anni contro una vita lavorativa media di 31 (la media europea è 37). 'La vera emergenza riguarda i giovani e il lavoro', ha dichiarato Calenda, 'per chi deve andare in pensione abbiamo varato l'Ape Social che rappresenta una forma di prepensionamento per i lavori gravosi'.

Per tutti gli aggiornamenti sulle ultime notizie riguardanti la riforma pensioni, potete cliccare sul tasto 'Segui', posto vicino alla firma del presente articolo.

Segui la nostra pagina Facebook!