Sono molti ancora i precari docenti e ata che lo scorso mese di ottobre non hanno ancora percepito gli emolumenti loro spettanti, per periodi lavorativi più o meno lunghi. Il 31 ottobre 2017, Noipa ha concluso le operazioni per le emissioni dei pagamenti spettanti ai lavoratori della Scuola e per tutti i dipendenti della Pubblica Amministrazione per le competenze del mese di novembre 2017.

Visibilità cedolino e pagamento stipendio

Per quanto riguarda il personale docente ed ata della scuola, la visibilità del cedolino sul portale di Noipa è prevista intorno al 15 di novembre, mentre il pagamento stipendiale avverrà giovedi 23 novembre.

In tale giorno è sicuramente prevista l'emissione degli emolumenti per quanto riguarda il personale di ruolo, le cui pratiche burocatriche risultino ultimate.

Mentre per i neoimmessi in ruolo e per i supplenti con incarico annuale, la situazione su Noipa risulterà regolarizzata al termine del disbrigo delle suddette pratiche. Nel caso in cui il citato personale non percepirà da subito la rata stipendiale, nei mesi a venire le rate mancanti saranno conguagliate.

Situazione supplenti

Un'amara constatazione va fatta purtroppo per il precariato scolastico: molti precari docenti ed ata, che hanno prestato attività lavorativa presso le scuole in qualità di supplenti per periodi più o meno lunghi, non hanno ancora del tutto percepito gli emolumenti stipendiali per il periodo compreso tra l'aprile 2017 e l'ottobre 2017.

In merito a questa situazione, Noipa non ha ancora divulgato notizie certe su un probabile conguaglio il 23 novembre prossimo, di tutte le somme ancora spettanti ai lavoratori o se sarà possibile che il pagamento avvenga tramite emissioni speciali, che solitamente vengono pagate il 12 ed il 19 del mese. Dunque, una situazione ancora tutt'altro che chiara, per un precariato che vive una condizione che non lascia percepire quale sia la reale problematica relativa ai mancati pagamenti: problemi burocratici o mancanza di fondi?

Intanto a tal proposito, mancano anche risposte concrete sia da parte del Miur che da parte delle Organizzazioni Sindacali.

Situazione Aspi

Per quanti invece siano ancora in attesa di una risoluzione della loro situazione in merito all'Aspi, in quanto non ancora in possesso delle somme loro dovute, sarebbe conveniente rivolgersi direttamente alle sedi Inps, in quanto ente erogatore diretto del fondo sociale.

L'assenza di dichiarazioni del Ministro Valeria Fedeli

L'assenza di dichiarazioni in merito alla condizione stipendiale del precariato scolastico del Ministro Valeria Fedeli, lascia molto perplessi: il Ministro che recentemente ha speso molte parole sull'assunzione delle circa 60mila unità scolastiche decisa durante l'agosto 2017 e sul rinnovo contrattuale degli statali, non si è ancora minimamente espressa pubblicamente sulla situazione stipendiale del precariato.

Segui le tue passioni.
Rimani aggiornato.

Segui la nostra pagina Facebook!