Carlo Cottarelli, economista italiano e Direttore dell'Osservatorio sui Conti Pubblici dell'Università Cattolica del Sacro Cuore, in un articolo pubblicato nella giornata di ieri dal quotidiano La Repubblica, esprime il proprio pensiero sul tema della riforma pensionistica. cesare damiano, Presidente della Commissione Lavoro della Camera appare piuttosto critico nei confronti di Cottarelli su diversi punti esposti e riportati sulle colonne del quotidiano. Vediamo più nel dettaglio cosa pensa il politico dem sull'argomento e come vorrebbe riformare il sistema previdenziale italiano.

Damiano critica quanto detto da Carlo Cottarelli

"Carlo Cottarelli esprime un giudizio esclusivamente parziale sulla questione previdenziale con due errori: il primo è quello di considerare la Legge Fornero una norma sulla quale si basa il destino dell'equilibrio economico della previdenza italiana; il secondo errore è quello di pensare che la Legge Fornero è ancora in vigore uguale a quella delle origini, nel 2011". Infatti secondo Damiano, la spesa pensionistica è stata messa in equilibrio da alcune norme che sono state approvate successivamente alla Legge voluta dal governo Monti. "Una nota allegata alla Legge di Bilancio del 2016 evidenzia che la Legge Fornero non è l'asse portante del sistema previdenziale dato che le riforme Maroni del 2004 e Damiano del 2007 hanno contribuito a far risparmiare allo Stato Italiano circa 900 miliardi di euro, una cifra certamente importante", prosegue il Presidente della Commissione Lavoro.

Damiano "Tanto è stato fatto ma molto resta da fare"

Effettivamente, dal 2012 ad oggi si sono succedute 8 salvaguardie che hanno cambiato l'attuale sistema previdenziale, è stata approvata l'Ape Sociale ed è stato bloccato l'aumento dell'età per il raggiungimento della pensione per 15 categorie di lavori gravosi.

Ma anche altre norme sono state approvate in questi anni che hanno modificato sostanzialmente la riforma precedente. "Tanto è stato fatto ma molto resta ancora da fare nella prossima legislatura. Dobbiamo ripartire per fare ulteriori passi in avanti senza tenere in considerazione gli opposti estremismi".

Se volete rimanere informati sulle novità relative alla riforma del sistema pensionistico continuate a leggere questa sezione. Nei prossimi giorni saranno pubblicati altri articoli sul tema.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!