Le ultime notizie sulla [VIDEO] riforma pensioni 2018 [VIDEO], ad oggi, martedì 13 marzo, vedono, ancora una volta, al centro del dibattito politico le proposte, formulate da Lega e Movimento Cinque Stelle, di cancellazione della riforma Fornero. Non tutti sono d'accordo sul fatto che il nostro Paese non sarebbe in grado di sostenere, sul piano finanziario, uno stravolgimento del nostro sistema pensionistico.

Pensioni 2018, notizie oggi 13 marzo: Proietti, UIL 'Cancellazione Legge Fornero? I soldi ci sarebbero'

Si è parlato tanto delle proposte del Movimento Cinque Stelle e della Lega in merito alla cancellazione o, comunque, ad una revisione profonda della Legge Fornero.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Pensioni

Una delle obiezioni preferite dai detrattori di queste proposte riguarda la mancanza delle risorse necessarie per affrontare una simile spesa. Il presidente dell'Inps, Tito Boeri, ma anche lo stesso ex ministro del Lavoro del Governo Monti, hanno osteggiato i proclami lanciati da Luigi Di Maio e Matteo Salvini.

Ebbene, il segretario generale della Uil, Domenico Proietti, ha smentito lo scetticismo che aleggia sulla possibile abrogazione della Legge Fornero, sostenendo, all'interno di una nota stampa, che il sistema pensionistico italiano non sia affatto in crisi come si vorrebbe far credere.

In Italia la spesa pensionistica è pari all’11% del PIL e quindi perfettamente in linea con gli standard europei. Secondo Proietti, gli ultimi governi sarebbero colpevoli di aver destinato le risorse spettanti alle pensioni [VIDEO]ad altre voci di bilancio. Da qui parte la consapevolezza che i soldi per sostenere la cancellazione della riforma Fornero ci sono.

Riforma pensioni 2018: Legge Fornero, stop Commissione Europea a proposta Salvini

Pensioni | Proposte anti-Fornero | Costi e obiettivi | Ultime novità

In attesa di conoscere chi andrà a capo del nuovo Governo, arriva lo stop della Commissione Europea sulla proposta del leader della Lega, Matteo Salvini, in merito alla cancellazione della Legge Fornero e al rilancio di quota 41 e quota 100 [VIDEO].

L'indicatore del rischio sarebbe passato dal livello 'basso' a quello 'medio' e tutto questo perché, prima Matteo Renzi e successivamente Paolo Gentiloni hanno aumentato la spesa per le pensioni. La Commissione europea ha calcolato tale spesa come la seconda più alta in Europa, dietro alla primatista Grecia.

Ultime notizie pensioni, oggi 13 marzo 2018: aumenta percentuale di famiglie a rischio povertà

Sono drammatici i risultati di un'indagine effettuata dalla Banca d'Italia sui bilanci delle famiglie italiane: basti pensare che la quota di persone a rischio povertà è aumentata al 23% (contro il 19,6% accertato nel 2006). In pratica, quasi una persona su quattro. L'indagine della Banca d'Italia ha fornito anche l'identikit della famiglia che corre maggiormente il rischio di cadere in povertà: si tratta di quelle famiglie residenti nel Mezzogiorno, con capofamiglia più giovane e meno istruito.