Dietro front del governo sul Bonus 600 euro per Partita Iva e autonomi. Le parole del Presidente Inps Pasquale Tridico nella giornata di ieri - il numero uno dell'Istituto ha avanzato l'ipotesi di un click day in cui ognuno avrebbe potuto fare domanda nel massimo arco di 24 ore - avevano scatenato un enorme pandemonio. Reazioni piccate dai sindacati, che avevano ritenuto inaccettabile un atto del governo che 'scatenasse una guerra fra poveri' e anche da parte dello stesso Governo Conte, con il Ministro per le Politiche Agricole Teresa Bellanova a parlare di atto immorale, impossibile in un momento simile nel quale 'le persone non possono essere messe in competizione tra di loro'.

Uno tsunami mediatico senza precedenti al quale è stato messo fine. Niente click day, niente guerra fra poveri, niente misure limitate. I soldi, assicura il Ministro del Lavoro Nunzia Catalfo, basteranno per tutti.

Partita Iva e autonomi, bonus 600 euro salvo: 'Le risorse basteranno per tutti'

L'idea del click day per richiedere il bonus da 600 euro per Partita Iva e autonomi sembrava poggiasse sulla limitatezza delle risorse messe a disposizione dal Governo Conte. Tradotto: non tutti potranno essere accontentati così si crea un sistema a imbuto in cui tutti entrano ma in pochi escono con i soldi in mano.

E invece è stato il Presidente Inps stesso a ritrattare le proprie parole: 'E' stato un enorme fraintendimento, non ci sarà nessun click day ma un iter aperto dal portale Inps'. A fargli eco le parole del Ministro Catalfo, certo di come 'le risorse stanziate dal Governo siano sufficienti a coprire l’intera platea dei beneficiari'. Quando sarà possibile presentare domanda dal sito Inps?

'Nei prossimi giorni vi diremo come richiedere il bonus da 600 euro per Partita Iva e autonomi'

'Già da ieri insieme all’Inps stiamo lavorando per mettere a sistema, nel più breve tempo possibile, tutte le procedure necessarie per sveltire l’iter di presentazione delle domande e fornire gli aiuti previsti' ha proseguito il Ministro. Qualche giorno di pazienza, quindi, dopo di che sarà possibile sapere come procedere fermo restando che ci sono già due punti fermi: la domanda per avere i 600 euro per Partita Iva, autonomi e aventi diritto, sarà da compilare e inviare online, e per inoltrare la procedura sarà indispensabile il pin dispositivo connesso al proprio profilo previdenziale.

Nonostante Tridico, Inps e Governo Conte si siano esibiti in un deciso dietrofront, la paura di rimanere fuori dalla prestazione assistenziale rimane ed è concreta. Difficile capire come si possa, nel giro di 24 ore, proporre un'ipotesi e poi demolirla come se nulla fosse stato detto. 'Il nostro sarà uno sforzo ancora più importante di quello realizzato con il reddito di cittadinanza e quota 100 in termini di risorse e utenti' ha confermato Tridico la cui credibilità rischia comunque di pesare meno della paura di chi dovrà fare a breve domanda di ricezione del bonus da 600 euro. Solo il tempo fornirà le giuste risposte.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!