Contratto a tempo determinato della durata di 24 mesi con retribuzione da doversi connettere alla fascia economica F1, possesso di un diploma di scuola media superiore (non è necessaria la laurea), scadenza 15 ottobre: questi i punti focali connessi alla procedura pubblica indetta dal ministero della Giustizia e finalizzata all'assunzione di 1000 nuovi operatori giudiziari. Tra i concorsi più rilevanti di questo ottobre 2020, la procedura è rigidamente regolamentata dal ministero che allo scopo ha diffuso un 'Manuale utente', disponibile sul proprio portale online ufficiale, che in 23 pagine spiega come candidarsi, quali requisiti è necessario possedere e quali saranno le condizioni di impiego.

Ottobre 2020, concorsi pubblici: assunzioni di 1000 operatori giudiziari, è sufficiente un diploma

Non paiono particolarmente stringenti i requisiti previsti per partecipare al concorso pubblico in scadenza ad ottobre 2020 bandito dal ministero della Giustizia lo scorso mese: tra i principali possedere cittadinanza in Italia o in un altro Paese membro dell'UE, avere la maggiore età, possedere il diploma di scuola secondaria di primo grado, godere dei diritti civili e politici, non essere stati licenziati da una precedente collaborazione con una PA, non avere procedimenti penali pendenti e vantare uno dei titoli presenti nel bando all'articolo 2, comma 1, punto d (al quale rimandiamo per una puntuale e precisa lettura).

Per partecipare al concorso pubblico ciascun candidato dovrà compilare il modulo pubblicato online sul portale web del ministero avendo cura di riportare a corredo tutti i propri dati personali (nome, cognome, data di nascita, residenza) oltre ovviamente a menzionare i titoli posseduti da dover sottoporre alla valutazione degli organi giudicanti.

Saranno proprio la valutazione dei titoli e un colloquio di presenza a caratterizzare l'iter di selezione: la prova orale si baserà in particolar modo sulla mansione dell'operatore giudiziario e sarà strutturata in modo tale da saggiare le capacità tecnico-operative possedute dal diretto interessato.

Assunzioni operatori giudiziari, il sito del ministero della Giustizia punto di riferimento per i candidati al concorso: scadenza fissata al 15 ottobre

Come da prassi, il punto di riferimento per chiunque vorrà provare a partecipare al concorso pubblico indetto dal ministero della Giustizia deve essere il sito web dell'ente istituzionale, che oltre al 'Manuale Utente' citato in apertura ha predisposto anche un'apposita sezione dedicata alle Faq. Tra quelle più interessanti ne segnaliamo una relativa ai titoli da dover possedere per concorrere al ciclo di assunzioni previsto: 'Il ministero non effettua il controllo di documentazione diversa dalla domanda di partecipazione al concorso. Ogni verifica è insita nella certificazione rilasciata dal dirigente dell’ufficio ove è stato svolto il tirocinio/collaborazione'.

Segui la pagina Offerte Di Lavoro
Segui
Segui la pagina Concorsi Pubblici
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!