Concorso Ministero Giustizia: ecco un nuovo bando per 400 direttori laureati a tempo indeterminato, da inquadrare nella 3 Area funzionale, Fascia economica F3. La nuova selezione è stata pubblicata anche sul sito web del Ministero della giustizia per rafforzare l'organico degli uffici giudiziari e garantirne la piena funzionalità. Questo rappresenta solo il primo dei concorsi in programma, cui dovrebbe eseguire quello per altre 3.000 unità di personale amministrativo non dirigenziale (tra cui cancelliere) da assumere con contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Concorso 400 direttori: quali i requisiti d'accesso

Tutti coloro che vogliono candidarsi a tale concorso devono possedere, oltre ai requisiti generali previsti per ciascun bando (cittadinanza italiana, maggiore età ecc) uno dei seguenti titoli di studio:

  • Diploma di Laurea di vecchio ordinamento in: legge, economia e commercio, scienze politiche e altre lauree equipollenti

Inoltre, si richiede uno tra questi altri titoli aggiuntivi:

  • avere già prestato servizio, in questa Pa, come funzionario giudiziario, per 5 anni, senza demerito;
  • avere svolto le funzioni di magistrato onorario, per almeno 5 anni
  • essere stato iscritto all’albo degli avvocati, per 5 anni consecutivi,
  • essere da almeno 2 anni ricercatore in materie giuridiche;
  • avere prestato servizio nelle forze di polizia, per 5 anni;
  • avere conseguito il titolo di dottore di ricerca in materie giuridiche

Fra i compiti che il direttore amministrativo svolge c'è innanzitutto quello di gestire la direzione e/o il coordinamento degli Uffici di cancelleria o di più reparti.

Il direttore svolge altresì, dietro incarico, attività ispettiva in settori specifici. Può anche far parte di organi commissioni, comitati collegiali operanti in seno all’Amministrazione ovvero ne curano la segreteria. Una volta vinto il concorso, i Direttori Amministrativi devono restare nella sede prescelta, in base all'ordine della graduatoria, per almeno 5 anni e percepiscono uno stipendio netto mensile pari a circa €2.227,47.

Le prove previste e come presentare domanda

La scadenza prevista per il bando è quella del 17 dicembre. Tutti coloro che vogliono presentare domanda devono farlo esclusivamente per via telematica, compilando il modulo presente sul sito del Ministero della giustizia. La selezione si svolge per titoli e colloquio.

La prova orale verterà sulle seguenti materie: diritto civile e penale, diritto amministrativo, servizi di cancelleria, diritto processuale penale e civile, ordinamento giudiziario, conoscenza della lingua inglese, conoscenza dell'uso de PC.

Segui la nostra pagina Facebook!