L'Ostreopsis ovata, meglio conosciuta come "alga tossica", è presente, ancora una volta, nel Salento. Le segnalazioni arrivate dai bagnanti alla fine di luglio, hanno avuto conferma nei dati dell'Arpa Puglia che nei giorni scorsi ha pubblicato i dati dei campioni prelevati in alcuni siti marino-costieri pugliesi. I dati, riferiti all'ultima quindicina di luglio, indicano dei siti in cui la presenza dell'Ostropsis ovata è piuttosto elevata. Le zone in cui l'alga tossica è stata rilevata, ma in quantità "scarsa" sono poche e soprattutto nelle zone di Bari (Molfetta), Taranto e Brindisi. In questi casi, si parla di rilevazioni di alga veramente molto basse, quasi inesistenti.

Sempre in provincia di Brindisi, nella zona di Torre Canne, e in provincia di Taranto, sono stati rilevati anche dati che indicano una presenza moderata di alga tossica. Invece, le zone in cui l'alga tossica è stata rilevata in maniera molto abbondante sono due: Porto Badisco, in provincia di Lecce e Torre Columena, in provincia di Taranto.

Cosa provoca l'alga tossica

E' bene ricordare che questo microrganismo, il quale è invisibile a occhio nudo, non è pericoloso per la salute, ma produce una tossina che se inalata può provocare diversi fastidi. Tra questi riniti, laringiti, bronchiti, fino alla febbre. Tutti effetti che di solito passano in 24- 48 ore. I problemi, dunque, non sorgono facendo il bagno o attraverso il contatto con la pelle, ma quando la tossina viene sprigionata nell’aria, soprattutto in presenza di mare mosso e di forte vento, proprio come previsto nel Salento nei prossimi giorni. [VIDEO] Le mareggiate favoriscono lo sprigionamento nell'aria della tossina, che può appunto portare a dei fastidi per le persone.

Stop al caldo torrido nel Salento

Il caldo torrido dei giorni scorsi [VIDEO] sta per lasciare spazio al vento di Maestrale che rinfrescherà tutta la penisola salentina. Le differenze di temperature tra giovedì 11 agosto e domenica 13 agosto saranno enormi (quasi 15 gradi centigradi): si passerà dalla massima di 41-42 gradi di giovedì ad una di 28 gradi circa. Le temperature minime si terranno stabili tra i 22 ed i 24 gradi. Nella giornata di domenica e lunedì, con l'aumento del vento che soffierà da Nord- Nord Ovest, si prevedono anche mareggiate, soprattutto sul versante adriatico. Le temperature aumenteranno nuovamente nella seconda parte della settimana successiva, tornando sui 33- 35 gradi.