L'attesa tra un volo e l'altro in aeroporto d'ora in poi può diventare culturale. Queste, almeno nelle intenzioni, le motivazioni che sicuramente hanno spinto gli amministratori di Sea, società che gestisce l'aeroporto di Milano Malpensa,nell'accettare l'esposizione di una mostra di architettura all'interno dei propri spazi. La richiesta all'aeroporto milanese è giunta dallo scultore novarese Costantino Peroni che dal pomeriggio di giovedì 3 dicembre vedrà le sue opere stazionare presso l'aeroporto internazionale lombardo: un'ottima vetrina che sicuramente non passerà di certo inosservata a quanti transiteranno dallo scalo lombardo nei prossimi mesi.

L'iniziativa è nata in seguito al grande successo che lo scultore ha avuto nei mesi scorsi nel suo territorio d'origine, un successo che non ha lasciato indifferenti gli amministratori di SEA, lasocietà che gestisce gli aeroporti milanesi che da anni si pone in prima linea nelruolo di promozione dell’immagine edell’identità italiana e territoriale che da alcuni anni caratterizza la sua azione di politica culturale.

L'arte arriva in aeroporto

All'artistasaranno dunque dedicati spazi strategici dell'aeroporto milanese, concordati con gli amministratori SEAe Davide Dagosta, rappresentante culturale del Comitato Casa Bossi di Novaram che ha coadiuvato la promozione della mostra dello scultore. La scelta degli spazi è appunto strategica così che possa metterein rilievo le opere agli occhi dei passeggeri in transito sia in arrivo che in partenza.

Movimento e suggestione delle opere esposte è la forza motrice di questa esposizione.

L’inaugurazione si terrà a Malpensa nel pomeriggio di giovedì 3 dicembre, a partire dalle ore alle 14,30 alla presenza di Luciano Carbone,Chief Corporate Officer di SEA, Andrea Ballarè Sindaco di Novara, Maria Rosa FagnoniPresidente Atl Novara, Roberto Tognetti Presidente del Comitato d’Amore per Casa Bossi.

Lesculture potranno essere ammirate fino al prossimo 30 aprile 2016.

In appoggio al progetto è prevista anche la pubblicazione di un catalogo con contributi critici di Riccardo Caldura, Paolo Gila, Anna MariaD’Ambrosio e fotografie di Davide Dagosta - Creattivi. Un'occasione di grande pregio, onore e prestigio per Costantino Peroni questo riconoscimento

Chi è Costantino Peroni?

Costantino Peroni è uno scultore nato a Novara, classe 1953.

Ha iniziato la professione giovanissimo: si occupa di restauro e di opere pubbliche, tra lealtre le 13 sculture dello stadio Nereo Rocco di Trieste. Ha partecipato, dando il suo piccolo grande contributo, al restauro del Castello di Venaria Reale, in provincia di Torino. Latematica predominante del suo percorso artisticoè l'ombra, con la quale negli ultimi 25 anni realizza le opere"Folla-Ombra", "Sonnambuli" ed "Eremiti". I materiali con i quali lavora sono: resina, cotto, marmo, bronzo.