Il 24 giugno si avvicina e sale l'attesa per tutti gli appassionati di Alfa Romeo: è infatti in quella data che verrà presentato il nuovo gioiello della casa automobilistica. Come rivelato dall'amministratore delegato di Alfa Romeo Usa Reid Bigland, il nuovo modello proposto in estate avrà prestazioni addirittura migliori rispetto a quelle dei top di gamma di Bmw e Mercedes. Il confronto con la serie 1 e la Classe C dei due colossi tedeschi non dovrebbe dunque lasciare insoddisfatti coloro che decideranno di puntare sulla nuova Giulietta. Conosciamo insieme quali sono i rumors in questo periodo relativamente al nome e ai motori disponibili.

Proprio il nome è uno degli aspetti più dibattuti sul mondo del web: il dirigente della società ha voluto specificare che nulla è stato ancora deciso, ma le opzioni più papabili sembrano essere quelle che portano ad un nome proprio (come Giulia) o una sigla numerica.

Lo stesso Bigland ha voluto spiegare la scelta di razionalizzare in relazione ai motori: per quanto riguarda i benzina ci sarà un quattro cilindri di 2000 di cilindrata, con iniezione diretta e Multiair con potenza erogata tra i centottanta e i trecentotrenta cavalli. Discorso diverso per l'offerta dei motori turbodiesel, per i quali verrà sviluppato un quattro cilindri con 2200 di cilindrata con potenza tra i centotrecinque e i duecentodieci cavalli.

Secondo le indiscrezioni delle ultime settimane, invece, per quanto riguarda il motore con 3000 di cilindrata non sarà a disposizione per questo modello: questa motorizzazione sarà invece montato sul suv di Alfa Romeo, che sarà ottenuto come derivazione della nuova Giulia e verrà presentato all'inizio del 2017.

Altra novità per tutti i fan di Alfa Romeo è relativo alla nuova versione station wagon: non sono ancora note le date di produzione e presentazione di questa vettura, ma è molto probabile che prenda il nome della vecchia 156 familiare, la famigerata SportWagon.

Per avere tutti gli aggiornamenti sulle novità dal mondo dei motori (come avvenuto per la Mercedes GLA Enduro), fate un clic sul tasto 'Segui' vicino al nome dell'autore di questo articolo.

Segui la nostra pagina Facebook!