Dopo aver prodotto alcune versioni a tiratura limitata e aver fatto l'asta da oltre 400000 sterline per il telaio con numero di serie 2.000.000, la vita del Land Rover Defenderè terminata. Dallo stabilimento inglese di Solihull è stato prodotto l'ultimo esemplare un Defender 90 Heritage Soft Top (variante con tetto in tela): è uscita dalla catena di montaggio venerdì in Regno Unito con targa H166HUE; in ricordo della HUE 166 targa utilizzata nella prima immatricolazione, del prototipo in pre-produzione del modello Land Rover Defender nel lontano 1948.

Le motivazioni del pensionamento del Land Rover Defender

All'evento sono accorse più di 700 persone tra attuali dipendenti ed ex per assistere ad un momento storico per il marchio, dopo 68 anni di produzione in continuo nello stabilimento Land Rover nelle sue varie forme: Serie I (1948 – 1958); Serie II (1958 – 1971); Serie III (1971 – 1983); 90,110 e 127 (1983 – 1990); Defender (1990 – 2007) il cui nome deriva dal suo largo uso in campo militare, per un totale di 2.016.993 esemplari di tutte le serie che sono state prodotte.Uno dei più famosi fuoristrada, un'icona del Made in England utilizzato sia dalla regina Elisabetta, ma anche da 007, Paul Mc Cartney e Steve Mc Queen.

“La serie Land Rover, ora Defender, è l'origine della nostra leggendaria capacità, un veicolo che ha reso il mondo un posto migliore, spesso in alcune delle circostanze più estreme” ha detto Dr Ralf Speth, CEO di Jaguar Land Rover. Il Defender avrà un posto speciale nel nostro cuore, ma questo non è certo la sua fine. Abbiamo un passato glorioso da difendere e un futuro glorioso da conquistare.”

Attualmente è utilizzato dalle forze armate di molti Paesi fra cui l'Italia, sia nell'esercito che Carabinieri nel modello Defender con motore aspirato.

Land Rover inoltre ha colto l'occasione di presentare il nuovo programma Heritage Restoration Programme, per migliaia di appassionati, che vedrà lavoratori esperti sovrintendere progetti di restauro di vecchi Land Rover provenienti da tutto il mondo. Le unità restaurate di questi veicoli storici saranno rimesse in vendita da luglio 2016.

Bisogna dire che negli anni il fuoristrada Land Rover, in ultimo Defender, non è rimasto sempre uguale.

Ha dovuto confrontarsi con l'evoluzione del settore che con questa serie ha contribuito a creare. Fin dalla prima serie ad oggi quasi tutto è cambiato tranne il gancio del cofano e alcuni dettagli del sottoscocca.

La chiusura della produzione da parte di Jaguar Land Rover è stata decisa semplicemente perché le motorizzazioni del Defender non rispettano i nuovi standard per le emissioni previsti per il 2020.Il veicolo è ancora assemblato a mano dalla catena di montaggio, con l'impiego di circa 56 ore per assemblarlo completamente.

Per gli affezionati della linea Defender, una nuova produzione sarà avviata entro l'inizio del 2018.

Il nuovo Defender verrà proposto in almeno tre modelli: tre porte passo corto, cinque porte passo lungo, e le versioni commerciali pick up due porte passo corto, pick up 4 porte passo lungo.

Segui la nostra pagina Facebook!