Un'evoluzione a tutto campo, quello della nuovissima Serie 5, svelata al mondo poche settimane fa. Più leggera e filante, ricca di elettronica e facile da guidare: insomma tutte le carte in regola per una degna sostituta della versione uscente. Quale conviene acquistare?

Nuova Serie 5

Pur non molto differente dall'auto che sta per mandare in pensione, la settima generazione dell'ammiraglia per eccellenza, è stata rinnovata da cima a fondo. Partendo dalla scocca, più leggera (di quasi 100 kg) e resistente. Migliorata del 10% anche l'aerodinamica: Cx dichiarato dalla casa di Monaco, equivale a 0.22 (davvero basso).

Il baule offre 10 litri extra e, anche gli interni sono molto più spaziosi. I motori hanno potenze che vanno da 190 a 462 cavalli. A marzo ci sarà anche la versione ibrida ricaricabile. Da notare i fari lunghi e sottili che si raccordano perfettamente alla mascherina. Davvero ricca di dispositivi elettronici di aiuto alla guida: offre il cruise control adattativo con funzione di fermata e ripartenza in coda; permette anche di parcheggiare stando fuori dalla vettura, con apposito telecomando (come sulla Serie 7).

Versione precedente e differenze

La vecchia Serie 5, era una berlina comoda e dalle linee filanti. Il suo stile classico ed elegante dava un tocco in più alla sportività e alla grinta che proponeva la stessa vettura.

Abitacolo ben insonorizzato, con posizione di guida bassa e allungata. Assemblaggi e finiture ottime, e ben definite. Tra i maggiori pregi della vettura c'è il comportamento dinamico, capace di soddisfare sia la guida sportiva che quella pacato. Elevata la tenuta di strada e la stabilità. Il frontale, possente e allungato dà una piacevole sicurezza.

Le differenze sostanziali si trovano nella tecnologia: dall'iDrive che si comanda a voce, al parcheggio autonomo; i motori cambiano di poco. La differenza più grande, sta nel dover aspettare la nuova versione fino a Febbraio 2017 e sborsare quasi 51.000 euro. Mentre la versione precedente è acquistabile per molto meno anche usata.