L’auto del futuro è pronta. Ed è già in commercio. Ad annunciarlo è il colosso automobilistico con sede negli Stati Uniti. I pochi modelli di Tesla Model 3 sono stati consegnati nell'ultimo fine settimana nello stabilimento americano.

La notizia è rilevante in quanto, per cominciare, il prezzo è inferiore rispetto ai modelli precedenti rendendo simile il costo di questo nuovo gioiello automobilistico ad auto simili, ma tradizionali.

Si aggira tra i "nostri" 30 e 37 mila euro. Non bisogna dimenticare inoltre che le consegne arrivano in un periodo in cui l’ecologico e la mobilità sono stati sponsorizzati anche da Shell e Volvo che spingono per promuovere veicoli elettrici a idrogeno e a gas. Ciò permetterebbe di restare sotto la soglia dei due gradi di aumento delle temperatura globale come stabilito dall’accordo di Parigi sul clima.

Le caratteristiche tecniche

La macchina ha prestazioni eccellenti. La velocità massima è tra i 209 e 224 Km/h con un’accelerazione che va da 0 a 100 Km/h in 5,6 secondi. Possiede, ovviamente, un motore elettrico, la trazione posteriore e un bagagliaio con una capacità di 424 litri. Il telaio in acciaio e alluminio limita il peso delle batterie: 1609 kg per la versione base, mentre 1730 kg per la versione più top.

Per quanto riguarda l’abitacolo e gli interni lascia spazio per 5 passeggeri, un display touch screen con schermo da 15 pollici e un sistema di pilota semi automatico. Ma l’autonomia? Presenta delle batterie al litio con potenza da cinquanta a settantacinque kWh. La carica di queste si completa - con un dispositivo della Tesla - per un tempo di 30 minuti per il 70% della potenza, mentre per le nostre reti sono necessarie dalle otto alle dieci ore. Con il modello “base” si fanno 350 km, con quello più potente anche 500 km.

I prossimi mesi

Come dichiarato dall’imprenditore americano Elon Musk - fondatore di Tesla nel 2003 – ci sarà da lavorare sodo per i prossimi sei mesi. Infatti la società automobilistica ha già ricevuto mezzo milione di ordini (e mille dollari di acconto per ciascuno) a fronte ora di una produzione di meno di 90.000 auto all’anno con componenti che arrivano da tutto il globo. Dunque i tempi di produzione e consegna finale al cliente potrebbero allungarsi.

Le previsioni parlano di un milione di ordini intorno al 2020. Insomma il numero delle auto elettriche è destinato ad aumentare in futuro. I fortunati? Saranno alcuni dipendenti della casa automobilistica che proveranno le brezze nel guidare per primi il bolide del futuro.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto