Vi proponiamo gli ultimi aggiornamenti in tema di Decreto "svuotacarceri"; le ultime notiziearrivano dallacommissione Giustizia della Camera mentre il testo si prepara ad andare in Aula a Montecitorio.

Dopo aver parlato di "indulto mascherato" i grillini diconoadesso di "indulto smascherato" dal Movimento5 stelle.

Il deputato M5S AlfonsoBonafede, vice presidente della commissione Giustizia della Camera deiDeputati, commenta su facebook l'audizionedel capo del Dap Giovanni Tamburino suldecreto legge contro il sovraffollamento carcerario e per i diritti deidetenuti approvato dal Governo Letta e già entrato in vigore, ma che ora deveessere convertito in legge dal Parlamento.

L'esame del decreto sui diritti deidetenuti e riduzione della popolazione carceraria è in programma oggipomeriggio in Aula alla Camera dei Deputati.

"#indultosmascheratodal #m5s. In audizione commissione Giustizia - ha postato su facebook ildeputato grillino Alfonso Bonafede - abbiamo ascoltato il direttore delDipartimento dell'amministrazione penitenziaria il quale, rispondendo a miaprecisa specifica domanda - ha sottolineato il vice presidente della commissione Giustiziaalla Camera - ha confermato laprevisione che il 100% dei detenuti che già avevano ottenuto lo sconto previstodalla vecchia legge adesso otterranno l'ampliamentofino al 40% di sconto della pena".

"Ciò vuol dire - secondoil deputato del Movimento 5 stelle Alfonso Bonafede - che ci sarà unautomatismo certo, quindi che si tratta di un 'indulto mascherato'!

Mi chiedo - conclude il post di Alfonso Bonafede - come si possa pensare di prendere cosìsfacciatamente in giro il popolo".

A criticare il decreto anche l'ex segretario di Italia deivalori Antonio Di Pietro. Così come Beppe Grillo, l'ex pm sul suo blog in un post intitolato "Tana libera tutti", parla "di decreto svuota carceri che altro non è - ha scritto - che un indultomascherato".

Secondo Di Pietro, con le nuove norme saranno liberati "migliaia didetenuti fra cui mafiosi, assassini,stupratori e altri delinquenti abituali".

"Il decreto carceri non è un indulto mascherato comeconferma il Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria", ha detto inveceil deputato del Pd Danilo Leva, membrodella commissione Giustizia di Montecitorio.

"La liberazioneanticipata speciale - ha dichiarato ai cronisti Danilo Leva dopo l'audizione del direttore del DapGiovanni Tamburino - è un provvedimento diverso per natura, funzione,presupposto e modalità di applicazione, e la sua adozione - ha sottolineato ildeputato Pd - è necessaria per adeguare il sistema penale italiano alla sentenza Torreggiani della Corte di Strasburgo".



Segui la pagina M5S
Segui
Segui la pagina Pd
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!