Ha scatenato non poche polemiche la nuova canzone di Checco Zalone 'Immigrato', video-promo del suo nuovo film intitolato Tolo Tolo. Da molti il brano è stato ritenuto offensivo verso tutti quanti gli immigrati che vivono nel nostro Paese. A Quarta Repubblica, programma in onda il lunedì sera su Rete 4 e condotto da Nicola Porro, ne hanno parlato gli ospiti in studio: l'ex deputato di Forza Italia Daniele Capezzone, e lo scrittore e giornalista Giulio Cavalli. Capezzone ha difeso la scelta di Zalone di puntare sul tema immigrazione.

Le parole di Daniele Capezzone

Molto polemico Daniele Capezzone, il quale ha voluto attaccare quanti hanno definito razzista il nuovo brano del comico Checco Zalone.

Ospite di Quarta Repubblica, il giornalista de La Verità ha detto: "Se io faccio una battuta sulla Fornero è femminicidio? Lasciateci sorridere!" E poi ha aggiunto, senza mezzi termini: "Ci avete rotto i c....Avete fatto una testa così col diritto di satira. Se uno sta su Rai Tre ed è comunista può dire qualunque cosa. Arriva uno come Checco Zalone, che in due minuti colpisce tutti, perché fa la battuta contro Salvini 'prima gli italiani', fa la battuta contro certe esagerazioni degli immigrati, fa la battuta su di noi e sulle nostre paure, scherza su tutti, sulla destra e sulla sinistra, e lasciateci sorridere!".

Lo scrittore e giornalista Giulio Cavalli, dopo aver punzecchiato Capezzone in studio, ha commentato con queste parole: "La satira storicamente attacca i potenti, su questo siamo tutti d'accordo. Attaccare gli indifesi, i poveracci, che siano in questi casi gli immigrati...io ricordo di Zalone anche un attacco agli omosessuali. Può piacere o non piacere, però penso che si possa rivendicare il diritto di non apprezzare Checco Zalone".

Capezzone, però, ha continuato a difendere la comicità dell'attore e cantante pugliese, negando del tutto le accuse di razzismo: "Ma attacca tutti, omosessuali, eterosessuali, meridionali, settentrionali, Salvini, anti-Salvini".

La reazione di Baobab

L'ironia del comico pugliese non è piaciuta a molti, ed ha diviso i commentatori tra chi minimizza le accuse di razzismo, e chi invece non riesce a mandare giù questo tipo di comicità. Di tenore sicuramente diverso rispetto alle parole di Capezzone sono state le dichiarazioni di chi si occupa ogni giorno di prestare cure ai migranti. Prima della puntata, infatti, molto forte è stata la reazione al video da parte di Baobab Experience, associazione romana che si occupa di migranti e offre ospitalità, cibo e vestiti ai bisognosi.

Il video, tramite un post su Twitter, viene definito "terribile" e "non fa ridere". Per l'associazione, infatti, non c'è molto da commentare, e non bisogna analizzare in modo approfondito ogni tipo di sfumatura. Il messaggio è infatti chiaro, abbiamo a che fare con "banale spazzatura per il mercato delle festività".

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!