In questi giorni Roma è stata scenario di diversi omicidi. Lo scorso 29 settembre tra le acque del fiume Tevere, nel tratto tra ponte Testaccio e ponte dell'Industria era stato trovato il cadavere di un 23enne di origine polacca. Si trattava del senzatetto Tomasz Mateujz Perkowski, in Italia da qualche tempo. E oggi sono stati arrestati due dei presunti colpevoli dell'assassinio, un uomo e una donna anch'essi polacchi.

Secondo i rilievi autoptici effettuati sul corpo, le lesioni presenti non erano dovute ad un incidente ma ad un vero pestaggio. I poliziotti del Commissariato Monteverde, hanno così iniziato ad indagare sul caso e percorrendo il greto del Tevere hanno scoperto delle tracce di sangue vicino il ponte Vittorio Emanuele II lato Lungotevere dei Fiorentini, segno che era proprio quello il punto in cui ha avuto luogo l'aggressione.

Le indagini tra i clochard

Le forze dell'ordine hanno indagato anche tra i clochard per ottenere informazioni sulla vicenda ed è proprio lì che sono usciti fuori i nomi di due dei presunti colpevoli: Lukasz Pajak e Barbara Krystyna Dudka, rispettivamente di 31 e 43 anni, i quali sono stati fermati poiché sospettati fortemente di essere autori del delitto.

Insieme alla Squadra Mobile, la Polizia di Stato ha continuato con le indagini al fine di rintracciare l'altro aggressore, il 31enne lituano Liachovic Viktoras, fidanzato della Dudka, il quale era fuggito via subito dopo la vicenda. L'uomo era inizialmente andato in Francia per poi spostarsi a Genova, dove appunto era stato rintracciato dalle forze dell'ordine del luogo; infine, tornato a Roma, è stato sottoposto a fermo dal pm, poi convalidato dal Gip del Tribunale di Roma.

I migliori video del giorno

Durante l'interrogatorio, il lituano ha confessato di essere l'autore del delitto e di aver agito per gelosia. Infatti sembra che l'aggressione sia avvenuta proprio nel punto in cui la vittima e i tre aggressori avevano allestito una sistemazione di fortuna dove dormire ed è lì che è scaturita la lite che ha portato al pestaggio del 23enne polacco Tomasz Mateujz Perkowski.