Auto più inquinanti messe al bando per sempre nella Fascia Verde di Roma. Una decisione presa dal sindaco Virginia Raggi il 27 ottobre, e scattata già questa mattina, vieta l'ingresso delle auto a benzina #euro1 e diesel Euro1 ed #euro2 all'interno del Grande Raccordo Anulare. Ad essere interessati saranno circa 140mila veicoli inquinanti che circolano dentro la Capitale e che da oggi saranno messi al bando, come già accaduto per tutti i veicoli Euro0.

Divieto permanente per Euro1 ed Euro2

L'ordinanza firmata dalla sindaca Raggi riguarda l'attuazione del Pgtu (Piano generale del traffico urbano) e prevede l'interdizione permanente del traffico nella Fascia Verde con l'esclusione del sabato, della domenica e dei giorni festivi infrasettimanali.

Un analogo provvedimento, però, di carattere temporaneo e provvisorio, era stato adottato dal commissario straordinario fino allo scorso 31 marzo.

Non saranno esentati dai divieti neanche le auto a benzina Euro2. Infatti la Giunta ha deciso che nei giorni infrasettimanali dal 21 novembre 2016 fino al 31 marzo 2017 per 24 ore su 24 sarà vietata la circolazione e l'accesso nella Ztl - Anello ferroviario. Un provvedimento che complessivamente si calcola interesserà 66mila auto a benzina e 70mila diesel.

La Fascia Verde di Roma riguarda tutta la cintura all'interno del G.R.A. con l'esclusione di quattro aree, che sono consultabili sul sito di Roma Capitale, corrispondenti grosso modo ai quartieri di Battistini e Trionfale, Talenti - Porta di Roma - Rebbibbia fino alla Palmiro Togliatti, Tuscolana - Appia Nuova, Eur - Magliana - Monteverde. 

Esenzioni per alcune categorie

Il divieto però non riguarderà alcune categorie protette, come quelle munite di pass per invalidi o utilizzate dalle forze dell'ordine, dai corpi diplomatici o della Città del Vaticano.

I migliori video del giorno

Esenti dal divieto anche i veicoli per il trasporto di medici, per il trasporto pubblico, per il trasporto di rifiuti, ambulanze e per i cortei funebri. Ovviamente resta la deroga per i mezzi ibridi a Gpl o metano. 

Motorini e ciclomotori

Lo scorso 27 ottobre la giunta Raggi ha anche disposto, con un'altra ordinanza, la proroga al limite di circolazione all'interno dell'anello ferroviario per ciclomotori e motoveicoli Euro1, sia a due che quattro tempi, indipendentemente che siano a due, tre o quattro ruote. La scadenza della proroga sarà il 31 ottobre 2017.

Resta aggiornato su quello che accade a Roma, cliccando il tasto Segui in alto vicino al titolo. #smog