Nuovamente azioni vandaliche contro i cassonetti dell'immondizia del territorio di Ostia, con un incendio che ha dilaniato alcuni raccoglitori presenti sul Lungomare Paolo Toscanelli.

Non è la prima volta che dei piromani arrivano a demolire i contenitori della municipalizzata romana addetta alla raccolta rifiuti, considerato come nel 2019 si era presentata un'escalation di "cassonetti in fiamme" sul territorio del Litorale Romano.

Le dinamiche sono ancora da chiarire da parte delle Forze dell'Ordine, che l'altro ieri si sono subito mobilitate per intervenire sull'incendio dei raccoglitori dell'immondizia del lungomare lidense.

L'incendio oltre a polverizzare i cassonetti della municipalizzata romana addetta ai rifiuti, ha provocato gravi danni a una centralina elettrica locale che era posizionata nelle vicinanze del rogo. Proprio per questo motivo l'illuminazione del Lungomare Paolo Toscanelli è stata assente in concomitanza dell'incidente, con un problema che è stato risolto solo grazie all'interno della squadra dei Vigili del Fuoco locali.

Ostia fa nuovamente i conti con i 'cassonetti in fiamme'

Il territorio di Ostia Lido torna a fare i conti con il fenomeno dei "cassonetti in fiamme", che nell'area del X Municipio si è presentato come un fattore fortemente penalizzante per la raccolta e la gestione dei rifiuti locali.

Tali atti vandalici hanno più volte piegato il sistema della raccolta dei rifiuti nel territorio del X Municipio di Roma Capitale, andando a penalizzare soprattutto quei territori che ancora non hanno visto iniziare la "raccolta differenziata" nella propria zona.

Si palesa infatti il problema dell'insufficienza di cassonetti in tanti quartieri del Litorale Romano, in un fenomeno nefasto che alimenta il degrado in queste aree urbane: parliamo di quei pochi cassonetti rimasti intatti ma puntualmente strapieni d'immondizia, con questi rifiuti che spesso straripano per i marciapiedi sui marciapiedi locali come nei casi delle strade di Ostia Ponente e Ostia Levante.

Ma c'è anche un problema amministrativo serio dietro la gestione per riparare ai "roghi dei cassonetti". In più occasioni l'Amministrazione del X Municipio e AMA hanno dimostrato di non saper affrontare il problema dei "contenitori dati alle fiamme", mancando anche sui più basilari ricambi territoriali di questi bidoni arsi dal fuoco.

In alcuni punti di Ostia come Via dell'Appagliatore ci sono cittadini che aspettano i bidoni nuovi da oltre due anni, con AMA che ha mostrato di non intervenire nemmeno sulle bonifiche di rito per ritirare le polveri sottili ed eventuali plastiche fuse.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la pagina Ambiente
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!