"Grazie per essere state mie amiche". Queste le ultime parole di Alice, la ragazzina di 15 anni che ieri, martedì 7 gennaio, ha deciso di farla finita gettandosi sotto un treno della linea A della metropolitana di Roma. La giovane è morta sul colpo. Ancora non si sa cosa l'abbia spinta a compiere l'estremo gesto. L'unica cosa certa è che, prima di suicidarsi, ha inviato un ultimo messaggio alle amiche. Forse, un ultimo, disperato tentativo, di essere salvata.

Tragedia a Ponte Lungo

Ieri, Alice, nata a Roma da genitori originari di Capo Verde, avrebbe dovuto riprendere le lezioni dopo la lunga pausa natalizia.

Così, con il suo zainetto sulle spalle ha lasciato la sua abitazione in zona San Giovanni (dove, dopo la morte del padre avvenuta due anni fa, viveva con la mamma ed una zia) e si è diretta a scuola. In classe, però, non è mai arrivata.

La quindicenne, infatti, dopo aver girovagato per il quartiere, ha raggiunto la metro Ponte Lungo, stazione della Linea A sita al confine tra i quartieri Tuscolano e Appio-Latino. Qui, poco prima delle undici, sconfitta da un malessere a lungo covato in silenzio, ha deciso di porre fine alla sua giovane vita e, quando il treno è entrato in stazione, si è gettata sui binari.

Sembra che un vigilante, intuendo le intenzioni dell'adolescente, abbia cercato di fermarla e di trattenerla, ma, purtroppo, non ci è riuscito. L'impatto è stato violentissimo e Alice è morta in pochi istanti. Sul posto sono intervenuti subito i vigili del Fuoco, il personale del 118 e gli agenti del commissariato di San Giovanni e della Scientifica (che hanno effettuato i rilievi del caso). Ovviamente, la stazione Ponte Lungo è stata immediatamente chiusa per alcune ore: come ha informato Atac, la linea Termini - Anagnina è stata interrotta, mentre la linea Termini-Battistini è rimasta attiva con rallentamenti.

L'ultimo messaggio alle amiche

Il sostituto procuratore Sergio Colaiocco ha già acquisito le immagini delle telecamere di sicurezza installate in stazione e le testimonianze dei numerosi passeggeri presenti sulla banchina; nelle prossime ore, cercherà di ricostruire l'esatta dinamica della tragedia.

Fondamentali, per capire cosa abbia spinto Alice a suicidarsi, saranno anche i racconti dei familiari e degli amici.

La ragazzina, da quanto emerso finora, sembrava serena e non aveva particolari problemi né a casa né a scuola. Prima di gettarsi sotto il convoglio, ha però, inviato un ultimo messaggio ad alcune compagne di scuola: un vocale per ringraziarle di essere state delle buone amiche e per annunciare le sue intenzioni. Quando le ragazze hanno ascoltato le parole, agghiaccianti, della coetanea si trovavano in classe e hanno subito dato l'allarme. La preside ha subito avvertito il commissariato, ma purtroppo le forze dell'ordine non sono riuscite a rintracciare in tempo la studentessa.

Segui la nostra pagina Facebook!