Il virus dell'AIDS, detta anche sindrome dell'immunodeficienza acquisita, appartiene alla famiglia dei retrovirus umani. I retrovirus patogeni per l'uomo sono rappresentati dal virus HIV e dal virus HTLV. È presente sotto forma di HIV-1 e HIV-2. L'HIV nasce come virus animale, in seguito si è adattato all'uomo.

Si tratta di un virus geneticamente variabile poiché esistono 11 sottotipi, diversi isolati e forme ricombinanti circolari.

Costituito dall'envelope e da un capside proteico con due copie di genoma a RNA positivo costituito da 9200 paia di basi. Come viene trasmesso? È presente nel sangue, liquido seminale, saliva, secrezioni vaginali, dunque in molti fluidi corporei. La trasmissione può essere di diversi tipi: parenterale (via sangue e siringhe infette), sessuale (rapporti non protetti) e perinatale (in utero al momento del parto).

Si tratta di un'infezione persistente, produttiva e cronica. Il virus dell'AIDS continua a replicarsi sempre. Durante la sua presenza nell'organismo umano si hanno due fasi di infezione. La fase acuta va dall'ingresso del virus alla comparsa degli anticorpi anti-HIV. La fase di latenza clinica consiste in un aumento delle particelle virali e diminuizione dei linfociti CD4+.

È importante sapere che per l'AIDS non c'è nessuna terapia.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Salute

Il paziente però durante la fase di latenza clinica può contrastare l'aumento dei virioni e il decremento dei linfociti con particolari terapie combinate. Sovente è l'uso della terapia HAART costituita da 2 inibitori nucleosidici della reverse transcrittasi e un inibitore della proteasi. Certo, la prevenzione sarebbe e dovrebbe essere la migliore arma di difesa contro questo virus che è letale nella maggior parte dei casi.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto