Il match del secolo Mayweather vs Pacquiao, è stato archiviato, ha vinto lo statunitense che rimane così imbattuto dopo 48 incontri. I tifosi sono ancora molto infervorati e sui vari forum dei social continuano a dire la loro. C'è chi vuole la rivincita, chi invece preferisce di no. Vediamo cosa ci dicono le ultime news, e soprattutto il buon senso.

Rivincita Mayweather vs Pacquiao: è possibile un rematch?

Secondo il nostro parere, una seconda sfida tra i due è da escludere per diversi motivi. A sostegno della rivincita ci sarebbe il vantaggio non proprio schiacciante dell'americano sul filippino, si sta inoltre facendo avanti sempre più insistente l'ipotesi che Pacquiao sia salito sul ring con un infortunio alla spalla, altro argomento che giustificherebbe una rivincita tra i due.

A conti fatti però gli infortuni e le giustificazioni varie quando si perde saltano spesso fuori. A nostro avviso però nulla giustificherebbe una rivincita, nemmeno il mettere in dubbio la vittoria dello statunitense, e il motivo è che verrebbe fuori lo stesso identico spettacolo offerto pochi giorni fa, il verdetto sarebbe pressappoco lo stesso con lo statunitense avanti di qualche punto e la gente si annoierebbe a morte.

Una rivincita quindi tra Mayweather e Pacquiao appare utopistica, anche e soprattutto perché non riuscirebbe a replicare mai gli incassi messi in banca la prima volta. Passiamo ora alle ultime considerazioni sul match, si è detto che a deludere in fondo è stato il filippino, e tutto sommato siamo d'accordo, nel senso che da Floyd non potevamo certo aspettarci che facesse l'incontro proprio ora che nel corpo al corpo e nello scambio le avrebbe prese di santa ragione.

Pretty Boy ha fatto quindi il suo incontro da calcolatore ed incontrista esperto quale è. Manny si è effettivamente snaturato, evitando il ritmo frenetico e facendo un attacco ragionato. Personalmente non ci è dispiaciuto, in quanto un attacco sconsiderato lo avrebbe potuto portare nuovamente al tappeto come contro Marquez (lo stesso Marquez e il grande Foreman avevano suggerito a Pacquaio di boxare con più raziocinio) ma capiamo la delusione del tifosi per non averlo visto scatenarsi come volevano.

Ha vinto la super difesa di Mayweather, seppur di poco, tutti gli appassionati ed esperti concordano su questo, quindi c'è poco altro da aggiungere. Gli addetti ai lavori però concordano anche su un altro fatto, forse più importante di tutti, ad uscire sconfitto probabilmente è stato il pubblico, lo spettacolo offerto non è stato certo di loro gradimento, ne è prova la bordata di fischi che ha accolto il trionfante Floyd.

La sua boxe non piace al popolo, ed alla fine è sempre quest'ultimo che conta davvero.

La nobile arte di Floyd è destinata a fare scuola, le sue qualità difensive saranno emulate e studiate nei minimi dettagli negli anni a venire. La sua capacità di non prendere colpi segnerà un' epoca. Poco importa se poi nemmeno lui ne mette chissà quanti. Intanto la massa sbadiglia. Chiudiamo con un'altra provocazione; forse non tutti sanno che il denigrato catch in origine non era predeterminato. Ad un certo punto però le qualità difensive dei suoi interpreti migliorano tanto che sul ring non accadeva più nulla se non qualche mossa in stile grecoromana. Il pubblico si annoiò e boicottò gli eventi, gli organizzatori decisero quindi che avrebbero fatto molti più soldi se avessero scritto delle vere e proprie sceneggiature per gli incontri. Il fenomeno sfociò in quello che oggi viene chiamato wrestling.